Via Assisi, tentò scippo mandando in coma un\’anziana donna

0
27

I carabinieri hanno individuato e arrestato il malvivente che il pomeriggio del 5 novembre 2012, in via Assisi in sella a uno scooter in corsa, tentò di scippare la borsa a una donna che era appena uscita dall’ufficio dove lavorava, strattonandola al punto dal farla cadere e battere la testa a terra. Si tratta di un romano di 45 anni, già con precedenti.

Nonostante la violenza, lo scippo non fu portato a termine perché la borsa era a tracolla però la donna perse conoscenza e fu ricoverata presso l’ospedale San Giovanni in gravi condizioni. Lo stesso soggetto poco prima si era reso responsabile, in via Amulio, di analogo scippo consumato ai danni di un’altra donna di nazionalità ucraina, alla quale era stata sottratta la borsa contenente il telefono cellulare.

A seguito del grave episodio, i carabinieri avviarono le indagini dalle quali è emerso che i due fatti erano stati commessi dallo stesso soggetto il quale si era mosso a bordo dello stesso mezzo rubato. I sospetti sono stati indirizzati su un gruppo di delinquenti romani dediti ad analoghi reati predatori. Tra questi il 45 enne arrestato che è stato pure riconosciuto da un testimone per l’episodio di via Assisi.

Sono state pertanto intraprese dai carabinieri una serie di attività tecniche che hanno consentito di recuperare il cellulare dell’altra vittima ucraina e dare un quadro perfettamente compatibile con accordi preparatori per la commissione di analoghi reati. Il Pm Dall’Olio ha richiesto e ottenuto dal Gip del Tribunale di Roma un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, notificata questa mattina al 45enne, per i seguenti reati: tentata rapina con lesioni gravissime per l’episodio di via Assisi, furto con strappo perpetrato in via Amulio e ricettazione in entrambi i casi per avere utilizzato uno scooter rubato.