Cerca riparo per la notte, trova la morte: clochard arso vivo (FOTO)

0
47

Aveva cercato riparo dal freddo della notte rifugiandosi in un edificio abbandonato a Montesacro. Ma in quel giaciglio di fortuna rimediato in una vecchia casa cantoniera sotto la tangenziale, all’altezza del ponte delle Valli, ha trovato la morte. Carbonizzato.

Così i vigili del fuoco intervenuti ieri mattina in via dei Campi Flegrei hanno trovato il suo corpo, quello di un clochard, uno dei tanti disperati che di giorno vagano per le strade di Roma in una strenua lotta per la sopravvivenza e che nelle notti più fredde, se non trovano posto nei ricoveri organizzati dalle associazioni di volontariato, si accampano nei tanti edifici abbandonati sparsi per la città.

L’identità della vittima non si conosce ancora ma, secondo gli agenti del commissariato Serpentara-Fidene che sono intervenuti sul posto in seguito alla segnalazione dei pompieri e del 118 e ai quali sono affidate le indagini, con ogni probabilità si tratta di un senza fissa dimora.

Ancora ignote le cause del rogo che è divampato all’interno della struttura. In base a una prima ricostruzione degli inquirenti, le fiamme si sono sviluppate al secondo piano dell’edificio dove si trovava il letto della vittima. Per sottrarsi alla furia dell’incendio, l’uomo avrebbe cercato di fuggire sporgendosi con la testa fuori da una finestra. Un tentativo disperato che, purtroppo, non è servito a salvargli la vita. I vigili del fuoco sono riusciti a recuperare il corpo esanime del clochard dopo aver domato le fiamme e aver messo in sicurezza la struttura che risultava pericolante.

Il punto esatto in cui si trova la vecchia casa cantoniera abbandonata è all’altezza della pista ciclabile, nei pressi dell’uscita della tangenziale per viale Somalia. Verificata la staticità dell’edificio, gli investigatori hanno appurato che nessuna altra persona era presente nella casa quando è scoppiato l’incendio. Solitamente quella struttura è occupata da stranieri senza tetto.

Ester Trevisan