Ruba la pistola alla sorella, ex guardia giurata, e rapina una farmacia

0
30

Arma in pugno è entrato in una farmacia di via Filomusi Guelfi e dopo aver minacciato il titolare si è fatto consegnare i soldi contenuti nella cassa. Subito dopo è scappato a bordo di una vistosa auto di colore giallo e qualcuno, vedendolo fuggire a “tutta velocità” con l’arma in mano, si è insospettito ed ha annotato, anche se solo parzialmente, il numero di targa del veicolo, avvisando il 113. Subito dopo è giunta anche la segnalazione di una rapina effettuata in farmacia e per gli agenti non è stato difficile intuire che, con molta probabilità, l’autore della rapina potesse essere l’uomo visto fuggire sull’auto gialla, poco prima segnalata.

Immediatamente sono scattate le indagini da parte degli agenti del commissariato Tuscolano. I poliziotti sono partiti proprio dal numero di targa parziale fornito dal testimone, lo hanno confrontato con tutte le possibili combinazioni riuscendo a risalire alla marca dell’auto e al proprietario, risultato abitare in via del Fringuello, nella zona del Casilino. Accertamenti presso l’abitazione di quest’ultimo, hanno permesso agli agenti di individuare l’auto, parcheggiata in strada e con il motore ancora caldo.

Nelle vicinanze del veicolo, gli investigatori hanno identificato un giovane, poi risultato essere l’intestatario del veicolo. Ritenendo fondato il sospetto che l’uomo potesse essere l’autore della rapina, è stato controllato dagli agenti e trovato in possesso di 2 proiettili cal. 9X21 e della somma di 365 euro in contanti. A quel punto gli agenti hanno proceduto alla perquisizione dell’abitazione del sospetto recuperando una pistola semiautomatica, due caricatori con relativo munizionamento e alcune dosi di marijuana e hashish. Inchiodato, il giovane ha ammesso di essere l’autore della rapina in via Filomusi Guelfi.

Verifiche sull’arma hanno permesso di accertare che la stessa era stata regolarmente denunciata e detenuta dalla sorella del rapinatore, ex guardia giurata. Identificato per L.P. romano di 25 anni, il giovane è stato accompagnato negli uffici del Commissariato Tuscolano e arrestato. Messo a disposizione dell’autorità giudiziaria dovrà rispondere di rapina aggravata.