Finti poliziotti rapinano turisti orientali

0
34

Hanno circondato alcuni turisti orientali in via Principe Amedeo, hanno mostrato una “tessera” pronunciando ad arte le inequivocabili parole “police” e “drug” inscenando un vero e proprio controllo di polizia alla ricerca di droga e indurre i malcapitati a consegnare i loro portafogli senza resistenza. Durante questa pantomima, ieri sera, degna di un film poliziesco, i finti poliziotti hanno con destrezza trasferito nelle loro tasche, il contante dei turisti.

Tutta la scena è stata però notata e seguita da un poliziotto libero dal servizio, che ha riconosciuto subito i due stranieri che si stavano fingendo “poliziotti”. Per bloccare il furto ha telefonato ai suoi colleghi del commissariato Viminale, distante un centinaio di metri dal posto, attendendoli per intervenire insieme. Al sopraggiungere dei veri poliziotti, gli “attori” hanno prima cercato inutilmente di dileguarsi e poi hanno aggredito i veri agenti.

Accompagnati negli uffici del commissariato, sono stati rinvenuti nelle tasche di D.F., 37enne rumeno, le banconote ancora arrotolate, che in precedenza erano state sfilate dal portafogli dei turisti. Circa 1.400 dollari e 400 euro in contanti. Con lui, anche il suo complice, C.F. di 43 anni, anch’egli cittadino romeno e ben conosciuto alle forze dell’ordine. Entrambi sono stati arrestati per furto aggravato per essersi spacciati come appartenenti alle forze dell’ordine. Gli agenti stanno cercando di rintracciare i turisti rimasti vittime del furto che nelle concitate fasi dell’arresto, spaventati, si sono allontanati facendo perdere le loro tracce.