Crepe all’ombra del Cupolone

0
24

Pioggia e gelo mettono in ginocchio anche il quartiere Prati che, col naso all’insù in attesa dei tanto chiacchierati fiocchi di neve che questa mattina dovrebbero imbiancare anche il centro della capitale, si trova quasi sempre ad inciampare in buche e disagi connessi alla manutenzione delle strade ed alla viabilità. E così, tra allagamenti diffusi per colpa di strade groviera e guasti all’illuminazione, nel Municipio XVII i problemi non mancano mai.

Da circa cinque giorni via Crescenzio, via Pietro della Valle e via Sforza Pallavicini sono completamente al buio. «È una situazione ridicola. Quando la sera esco a portare a spasso il cane è impossibile vedere a un metro » dichiara un residente. Se si aggiunge che ieri mattina, in un angolo della via, un tratto del marciapiede era recintato a causa di una buca, la situazione appare critica e inammissibile considerando la centralità della strada, adiacente a Piazza Risorgimento e Piazza San Pietro. Non diversa è la situazione in via di Porta Angelica, lungo il tragitto che immette a Piazza San Pietro.

Accanto al chiosco delle informazioni che accoglie giornalmente centinaia di turisti, alcune transenne delimitano una buca ed un cumulo di sampietrini divelti e abbandonati lungo il marciapiede. Proseguendo il nostro breve giro di ricognizione, da borgo Vittorio a via Cola di Rienzo, da viale Giulio Cesare, a via delle Medaglie d’oro, incollando bene lo sguardo a terra per non incappare in buche e allagamenti, attraversiamo un quartiere che, tra asfalto scrostato e passaggi pedonali inagibili, lascia intravedere uno spiacevole stato di abbandono. È sera. All’incrocio tra via Ostia e via Santamaura, lungo un marciapiede, si intravede una profonda fessura antistante i cassonetti dell’immondizia, da cui esce, nell’ora in cui la via indossa il silenzio, una famiglia di simpatici topini. Di fronte c’è il mercato Trionfale, la riserva alimentare del quartiere, con le sue varietà di frutta e spezie.

Non vige la raccolta differenziata qui a Prati come ben sanno i titolari dei bar e dei ristoranti che da circa un mese non possono più riciclare contenitori di plastica, vetro o metallo. Ed infatti all’interno dei cassonetti è un tripudio di materiali diversi, bottiglie e sacchetti colorati. Per le strade ed i viali degli antichi Prata Neronis mala tempora currunt…

Samantha De Martin