San Basilio: tre spacciatori in manette, due sono fratelli

0
48
 

Sono stati 3 gli spacciatori individuati e arrestati, in due distinte operazioni, dagli agenti del commissariato San Basilio nel corso di controlli antidroga effettuati nella giornata di ieri. Gli uomini hanno sequestrato, anche grazie all’aiuto dell’unità cinofila della questura, complessivamente 260 grammi di sostanza stupefacente. I primi a finire nella “rete” della polizia sono stati due giovani. Notati dagli agenti a bordo di un'auto, i due, facevano la “spola” per alcune vie della zona, “effettuando” alcune soste in differenti punti del quartiere.

Dopo alcuni appostamenti, effettuati in abiti civili, i poliziotti hanno deciso di intervenire fermando per un controllo i due uomini a bordo dell’auto. I due, fratelli, sono stati identificati per C.F. e C.V., rispettivamente di 27 e 31 anni; uno dei due aveva alcune bustine con della sostanza stupefacente “pronta” per la vendita. Il “fiuto” di due cani antidroga ha poi condotto gli agenti alla perquisizione della loro abitazione, in via Sarnano. All’interno sono stati trovati, dentro una cassaforte, 100 grammi di marijuana, 80 gr di anfetamine, oltre a un taccuino con scritti nomi, cifre e numeri di telefono.

La perquisizione è stata estesa anche alla cantina, dove c’erano altri 20 gr di marijuana. Tutto il materiale è stato sequestrato, compresi vari telefoni cellulari utilizzati per l’illegale attività. All’interno di un altro appartamento della zona, più precisamente in via Pio Briziarelli, gli investigatori del commissariato hanno effettuato un’altra perquisizione. Anche in questa circostanza, la persona residente, era stata individuata nel quartiere come un “possibile” spacciatore.

Sempre con l’ausilio delle unità cinofile gli agenti hanno trovato, nascosta sopra un armadio della camera da letto, una piccola cassaforte; all’interno c’erano 60 grammi di cocaina e 250 grammi di mannite, sostanza da taglio utilizzata per “mischiarla” alla cocaina. All’interno poi dell’armadio stesso sono stati trovati 1.700 euro in contanti, oltre a tutto materiale utile al confezionamento di dosi, tra cui 2 bilancini elettronici, 2 coltelli, 5 rotoli si scotch e varie bustine di cellophane. Identificato per F.F., 49enne romano, era già noto alle forze di polizia sempre per reati inerenti gli stupefacenti. Per tutti e tre gli spacciatori sono scattate le manette per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.