Il laziale Zauri salva la nipotina di Boniek

0
20
 

La nipotina dell'ex calciatore giallorosso Zbigniew Boniek, una bimba di 7 anni, è caduta ieri pomeriggio in un pozzo di 4 metri nel bagno del noto ristorante "Met" di Ponte Milvio.

L'allarme è scattato alle 16.30 con una chiamata al 113. La bimba, nel locale con i genitori, l'ex tennista Vincenzo Santopadre e Karolina Boniek, si stava specchiando in bagno quando la tavola di 2 centimetri posta come copertura provvisoria del tombino ha ceduto e la bimba è precipitata nel pozzo.

La situazione, resa complicata dall’impossibilità per un adulto di calarsi dentro il pozzo a causa delle dimensioni ridotte del foro, è stata risolta dal difensore della Lazio Luciano Zauri che si trovava nello stesso locale per festeggiare con gli amici i suoi 35 anni.

Il calciatore biancoceleste, attualmente fuori rosa e in scadenza di contratto, resosi conto che non sarebbe riuscito ad afferrare la mano della piccola, si è fatto portare una corda e, illuminando il tombino con il cellulare, è riuscito a tirare su la bambina tra gli applausi dei presenti. La piccola è poi stata trasportata al Gemelli per lievi escoriazioni e accertamenti.

Raggiunto telefonicamente in Polonia dal Corriere dello Sport Zibì Boniek ha calorosamente ringraziato Zauri: «Per fortuna è andato tutto bene. Mi hanno spiegato dell’eroismo di Zauri. E quando ho salutato la mia famiglia, la prima cosa che ho fatto è stata telefonare a Zauri per ringraziarlo e dirgli che gli sarò grato per tutta la vita».