Piano rifiuti, la guerra dei numeri

0
65

La differerenziata a Roma? Un grande progetto secondo alcuni, un fallimento per altri. Ma le difficoltà attuali della gestione dei rifiuti capitolini sono sotto gli occhi di tutti e quindi la conferenza stampa organizzata venerdì presso la sala convegni della sede Ama in via di Tor Pagnotta 100, probabilmente, appare fuori dalla realtà e troppo ottimistica.

Un incontro in cui, tra l'altro, spiccava l'assenza del sindaco Gianni Alemanno, ufficialmente trattenuto a Palazzo Chigi per un impegno e rappresentato per l'occasione dall'assessore Visconti. La differenziata a Roma avrà numeri (in prospettiva) rosei, secondo l'Ama. Secondo la stima fatta dal direttore generale dell'azienda capitolina Giovanna Anelli nell'ipotesi di un utilizzo a pieno regime degli impianti di Tmb individuati dal commissario per l'emergenza rifiuti Goffredo Sottile nella Regione, già da febbraio, potrebbe diminuire del 60% il conferimento di "talquale" nella discarica di Malagrotta.

Con l'incremento di rifiuto trattato in Tmb, ha riflettuto Anelli, si potrebbe diminuire "verosimilmente" il conferimento in discarica di 600 tonnellate quotidiane. Anelli e il presidente Ama Piergiorgio Benvenuti hanno sottolineato che «per la prima volta la raccolta differenziata nella capitale, a dicembre 2012, ha raggiunto quota 30.2%. Un traguardo storico raggiunto partendo dal 17% registrato nel 2007 e il 22% del 2012.

Ora l'obiettivo, come indicato dal "Patto per Roma" sui rifiuti siglato ad agosto, è toccare quota 40% a fine 2013». Per raggiungerlo, entro la prossima primavera (per arrivare a regime a giugno) il nuovo servizio di raccolta sarà attivato in cinque nuovi municipi: XII, XVII, XVIII, VIII e XV. Oltre 776mila i nuovi utenti interessati, di cui 405mila raggiunti dal porta a porta e 371mila della nuova raccolta stradale.

Ma molte sono le voci discordi sui positivi commenti e sulle proiezioni di Ama. E' il caso di Nando Bonessio, presidente regionale dei Verdi, che non usa giri di parole per dire che «la differenziata nel IV Municipio fatta da Ama è un fallimento sotto occhi di tutti. Ci sono cumuli di rifiuti da tutte le parti perché l’azienda, con il consenso dell’amministrazione comunale, ha voluto optare per la raccolta differenziata stradale». Frontale l'attacco del candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Lazio Nicola Zingaretti. «Quello che ha fatto di male a Roma il sindaco Alemanno rischia di essere scaricato su chi non ha alcuna colpa. Noi vigileremo affinché si trovi una soluzione».

Tiziano Pompili