Gianicolense, facevano sparire fino a 30 kg di pagnotte al giorno

0
20
 

Due cittadini romeni di 44 e 49 anni, assunti e in regola da tempo presso un panificio della zona di Monteverde Vecchio, sono stati arrestati questa notte dai carabinieri della Stazione Roma Gianicolense con l’accusa di furto aggravato. I due “compari” avevano pensato bene di arrotondare il loro già apprezzabile stipendio mensile attivando un commercio sottobanco di pane con alcuni commercianti e ristoratori.

Durante le loro normali attività produttive notturne, di cui godevano della libera gestione oltre che della piena fiducia del proprietario del forno, i due panettieri infedeli riuscivano a “mettere da parte” circa 30 Kg di pane ogni giorno, anche del tipo speciale casereccio cotto a legna, per alimentare il loro fiorente commercio parallelo. Ad accorgersi degli ammanchi è stato proprio il proprietario del panificio che ha maturato, a malincuore, forti sospetti sui due suoi operai. I

l titolare del forno si è, quindi, rivolto ai carabinieri della stazione Roma Gianicolense che, grazie a servizi di osservazione svolti durante i turni lavorativi dei due cittadini romeni, hanno potuto documentare le loro attività illecite. Non solo: i due sono stati sorpresi in flagranza proprio mentre stavano portando via l’ennesimo carico di pane, circa 20 Kg di pagnotte che sono state recuperate e restituite al legittimo proprietario. I panettieri sono stati trattenuti in caserma in attesa del rito direttissimo.