Stazione Termini, stretta su ambulanti e parcheggiatori abusivi

0
52
 

Dalla mattinata di ieri fino a questa notte i carabinieri hanno effettuato nella zona della stazione Termini dei controlli straordinari finalizzati a prevenire fenomeni di illegalità diffusa e di degrado. I militari hanno passato al setaccio tutta l'area: piazza dei Cinquecento, via Marsala, via Giolitti e tutte le strade d’accesso che si diramano dalla principale stazione ferroviaria.

In manette sono finite 2 persone,  due romani di 25 e 26 anni, responsabili rispettivamente del furto di un paio di scarpe del valore di 75 euro e di alcuni capi di abbigliamento del valore complessivo di 200 euro. Altre 15 sono invece le persone denunciate di cui 6 italiani, già conosciuti alle forze dell’ordine, provenienti da varie città italiane, responsabili di inosservanza del foglio di via obbligatorio dal Comune di Roma, emesso nei loro confronti.

Due ragazze romene di 35 e 37 anni, senza fissa dimora, sono state invece sorprese mentre in via Marsala effettuavano le parcheggiatrici abusive, chiedendo soldi agli automobilisti per parcheggiare, alle quali i militari hanno elevato sanzioni amministrative pari a 726 euro ciascuna. Quattro sono poi i cittadini, tutti del Bangladesh, contravvenzionati, poiché sorpresi in piazza dei Cinquecento a vendere abusivamente ombrelli e oggetti vari per telefonia, che sono stati sequestrati dai militari.

Altre 16 persone sono state sorprese a chiedere l’elemosina con insistenza ai passanti all’interno dello scalo Ferroviario e contravvenzionate. Infine i militari hanno sanzionato un cittadino dell’Egitto di 46 anni, sorpreso mentre avvicinava dei turisti stranieri offrendo loro un servizio di taxi a pagamento, con autovettura, senza la prescritta licenza.