Casalbertone, ladre d\’appartamento sorprese dai carabinieri

0
27
 

I carabinieri di Casalbertone hanno arrestato ieri sera una nomade, 23enne, al settimo mese di gravidanza, proveniente dal campo nomadi di via di Salone, con l’accusa di furto in abitazione in concorso. I militari a seguito di segnalazione giunta al 112 da parte di un cittadino, sono intervenuti in via di Portonaccio, a Casalbertone dove hanno arrestato la ladra, mentre la complice è riuscita a darsi alla fuga.

Le due ladre erano riuscite, dopo aver sfondato la porta blindata con arnesi da scasso, a introdursi all’interno di un appartamento di un 30enne romano, situato all’ultimo piano di una nuova costruzione. Una volta all’interno hanno rovistato ovunque e messo a soqquadro l’intero appartamento, rinvenuto un migliaio di euro in contanti e la cassaforte che hanno iniziato a smurare. Proprio il rumore causato dai colpi alla parete ha insospettito la vicina di casa che ha immediatamente chiamato i carabinieri.

L’intervento della pattuglia dei militari ha permesso l’arresto della nomade e il recupero dell’intera refurtiva che è stata poi riconsegnata al proprietario. La nomade è stata poi accompagnata in caserma, dove i militari hanno potuto appurare, a seguito di un controllo che l’arrestata è una specialista dei furti, viste le due pagine di precedenti specifici. Su disposizione dell’autorità giudiziaria la ragazza è stata poi rilasciata poiché incinta, in attesa del rito direttissimo.