San Cesareo, rubavano elettricità: nove arresti

0
31
 

Si erano allacciati abusivamente alla linea elettrica, creando un collegamento in modo da by passare un vecchio contatore Enel dismesso da tempo. Nove cittadini romeni, di età compresa tra i 19 e i 47 anni, alcuni già noti, tra cui tre donne, sono stati arrestati dai carabinieri di Palestrina con l’accusa di furto di energia elettrica.

Ieri mattina i militari delle stazioni di San Cesareo, Zagarolo e del nucleo radiomobile, nel corso di un controllo svolto in una villa alla periferia di San Cesareo dove il proprietario, un pensionato italiano di 84 anni, residente nella capitale, ha fittato a dei cittadini stranieri, senza alcun contratto, cinque camere, omettendo tra l’altro, come previsto dalla normativa antiterrorismo, di comunicare la cessione del fabbricato all’autorità locale di pubblica sicurezza.

I carabinieri durante il controllo hanno notato un cavo elettrico collegato in modo anomalo ed in particolare che il contatore dell’abitazione non registrava alcun consumo nonostante l’erogazione di energia. Uno degli inquilini ha così tentato di impedire il controllo affrontando i militari dell’arma  con una mazza da baseball, ma è stato bloccato e disarmato.

Il cittadino romeno, oltre che di furto, dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale. Già altre volte nella zona i carabinieri avevano scoperto “accrocchi” rischiosi sotto il profilo della sicurezza per realizzare allacci abusivi a pali della luce piuttosto che a cabine elettriche o manomettendo i contatori, in modo da  “vampirizzare” energia elettrica.