Nettuno, perseguitava l\’ex convivente

0
31
 

I carabinieri di Nettuno hanno associato agli arresti domiciliari presso la propria abitazione un 48enne del luogo, in ottemperanza ad un ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Velletri nei giorni scorsi poiché ritenuto responsabile di “stalking”. L’uomo, dopo aver interrotto la relazione con la ex convivente non riusciva proprio a rassegnarsi all’idea che la donna potesse essere indipendente, tanto da renderle la vita impossibile.

I carabinieri, a conclusione di una meticolosa attività investigativa, hanno accertato che l’uomo, da più di un anno, aveva assunto condotte violente e persecutorie nei confronti della ex convivente e delle persone che cercavano di frequentarla, che andavano dal semplice pedinamento per poi confluire anche in aggressioni, sia verbali che fisiche, accompagnate il più delle volte da minacce varie e ingiurie.

Le indagini hanno permesso di appurare che lo stalker, nonostante fosse stato sottoposto dall’inizio di questo mese alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Nettuno proprio per tali motivazioni, aveva continuato imperterrito la sua azione di disturbo nei confronti della donna, costretta in più circostanze anche a ricorrere alle cure dei sanitari. In virtù degli ultimi accadimenti il Tribunale di Velletri ha così emesso un provvedimento cautelare più restrittivo, quale per l’appunto gli arresti domiciliari, eseguito dai militari nella giornata di ieri.