Ciampino, trova portafogli con 1.300 euro e lo restituisce

0
30

Nel centro di Ciampino, in Via 4 Novembre, una signora napoletana di 45 anni ha trovato in terra e raccolto un portafogli da poco smarrito. La donna, residente in provincia di Viterbo, lo ha immediatamente consegnato alla pattuglia della polizia locale di Ciampino, che si trovava a pochi metri di distanza, impegnata nel servizio di polizia di quartiere nell'orario di chiusura delle attività commerciali.

Nell'aprirlo, gli agenti vi hanno trovato 32 banconote di vario taglio, per un valore complessivo di 1.370 euro, oltre ad una tessera sanitaria, il codice fiscale, una carta di credito al consumo, una scheda sim e varie altre tessere personali del distratto proprietario, un immigrato di nazionalità nigeriana di 23 anni rifugiato politico in attesa del riconoscimento dello status. Proprio tale stato, oltre ai dati della scheda sim, sono stati gli elementi attraverso i quali il comando di polizia locale è riuscito a rintracciare il proprietario. A Ciampino, infatti, il comando è da tempo impegnato con una realtà di ospitalità di cittadini rifugiati, provenienti da paesi in guerra in Africa e Asia.

Dopo poche ore gli agenti sono quindi riusciti a mettersi in contatto con il proprietario che, incredulo e ampiamente soddisfatto, si è recato al Comando ove gli è stato restituito il portafogli ed il suo contenuto, frutto dei risparmi di oltre 3 anni. L’uomo aveva messo da parte la quasi totalità dei voucher che gli sono stati erogati da quando è giunto presso il centro di accoglienza che lo ospita, sito in Roma, al fine di poterli inviare alla famiglia di origine.

Un episodio analogo accadde, sempre presso il comando di polizia locale di Ciampino, nel luglio del 2011, quando una mamma con la figlia trovarono un portafogli presso il mercato settimanale con 1.500 euro al suo interno e lo portarono al Comando per la restituzione alla proprietaria di un bar di Roma.