In piazza per una scuola sicura: tensione in assessorato

0
47

Scoppia il caos attorno alla vicenda relativa alla scuola primaria “Trento e Trieste”, parzialmente inagibile dal 30 novembre per problemi strutturali ai solai.

Ieri mattina un folto gruppo del comitato genitori dell'istituto di via Giubbonari si è recato in via Petroselli presso il Dipartimento servizi educativi e scolastici del Comune di Roma dove avrebbe dovuto incontrare l'assessore ai Lavori Pubblici del Comune Fabrizio Ghera per sollecitare la concessione dei fondi in “somma urgenza” per il ripristino di condizioni di sicurezza nella scuola.

In realtà non c'è stato alcun incontro come confermano Sabrina Alfonsi, responsabile scuola del Pd Roma, e Giulio Pelonzi, consigliere comunale democratico che denunciano invece come «Ghera non si sia fatto vedere all’incontro da lui stesso convocato e i suoi collaboratori abbiano chiamato la polizia per mandare via genitori e bambini che erano comunque entrati dentro la sede dell’assessorato. E’ questa l’accoglienza che Ghera riserva alle famiglie che da mesi affrontano il disagio di dover portare i loro figli in altri istituti a causa dell’inagibilità della scuola? L’assessore si vergogni e rispetti gli impegni presi con queste famiglie» concludono Alfonsi e Pelonzi che promettono di verificare, insieme al consigliere Paolo Masini, «che venerdì prossimo nella giunta comunale ci sia la soluzione per la scuola, come promesso dall’assessore».

In effetti Ghera aveva avuto un contatto telefonico con il comitato genitori della scuola, come conferma Alessandra Sermoneta, la mamma di un piccolo alunno della Trento e Trieste: «Domani saremo al Comune sperando che venga discussa la nostra problematica. Abbiamo sentito l’assessore Ghera e siamo fiduciosi perché possa risolvere la nostra questione che è per noi una grande urgenza».

A “sistemare le cose” ci ha pensato in serata il consigliere di Roma Capitale e candidato alla Regione Lazio di “Fratelli d’Italia – Centrodestra nazionale”, Federico Mollicone secondo il quale «quanto accaduto stamane (ieri, ndr) è inammissibile e assurdo. Mentre si svolgeva una riunione tecnica in merito alle problematiche della scuola Trento e Trieste, fissata dall’Assessorato competente assieme agli uffici tecnici e ad una delegazione di rappresentanti dei genitori dell’istituto per risolvere una criticità di stretta competenza del Municipio I, una quarantina di persone hanno occupato l’edificio sobillati anche dall’arrivo del presidente Corsetti. Un’invasione totalmente fuori luogo visto che l’intervento di manutenzione straordinaria del plesso, ovvero il consolidamento dei solai, è di esclusiva competenza municipale, quindi semmai la manifestazione si sarebbe dovuta svolgere negli uffici del presidente Corsetti».

Mollicone, poi, ha dato l'annuncio più atteso: «L’assessore Ghera proporrà in Giunta lo stanziamento di 500 mila euro per interventi relativi alla messa in sicurezza dei locali e al consolidamento dei solai». Costantini (Ucs): vigileremo.

Tiziano Pompili