Guidonia, perseguitava l\’ex moglie da anni

0
34
 

Per anni è stata perseguitata dall’ex marito. I due coniugi vivevano ancora in Romania quando la donna, stanca dei continui maltrattamenti, ha chiesto e ottenuto la separazione dal marito. Si è così trasferita in Italia per lavoro lasciando il figlio con il padre.

Dopo qualche tempo però, essendo preoccupata, ha avviato le pratiche per portare il ragazzo con sé nel nostro Paese, ma l’uomo, al momento di dare il consenso, ha detto di volersi trasferire anche lui in Italia, rassicurando la donna sul fatto che non l’avrebbe molestata. Ma proprio da quando è ritornato a stare vicino all’ex moglie non ha mai smesso di molestarla e minacciarla in vario modo e ripetutamente, tanto che la donna l’ha più volte denunciato alle autorità.

Nonostante l’intervento delle forze dell’ordine lo stalker ha aggravato i suoi comportamenti, arrivando a minacciare di morte sia l’ex moglie che il loro figlio, anche in presenza di altre persone. Dopo l’ultimo episodio, in cui l’uomo è andato sotto casa dell'ex ubriaco e, minacciandola, ha iniziato a tirare una serie di petardi contro i vetri delle finestre, gli uomini del commissariato di Guidonia sono intervenuti per fermarlo definitivamente.

B.N., cittadino rumeno di 42 anni, con alcuni precedenti di polizia, è stato arrestato con l’accusa di atti persecutori, ingiuria, minaccia e violenza privata.