Casilina,Tragedia in strada Auto sbanda in un fosso : due giovani vittime

0
28
 

Avevano trascorso una serena e divertente serata tra amici. Ma in un attimo il loro destino è drammaticamente cambiato. Due giovani (un italiano di 26 anni e un romeno di 22) sono morti e altri tre (romeni di 24, 27 e 15 anni) sono rimasti feriti in un terrificante schianto che si è verificato nella serata di giovedì su via Casilina, all'altezza di via delle Quinte, in località Laghetto di Monte Compatri e vicino a Colonna.

In un primo momento si era pensato che lo schianto avesse coinvolto anche dei pedoni a bordo strada, ma col passare delle ore la dinamica sembra meno “nebulosa” e ora la tesi più accreditata dagli inquirenti suppone che la Mercedes nera coinvolta nell'incidente abbia praticamente fatto tutto da sola e che i due ragazzi deceduti e gli altri tre feriti siano tutti occupanti della stessa macchina.

L'ultima ricostruzione è questa: sono le 22,30 circa di giovedì quando i cinque ragazzi, quattro romeni e un italiano, escono da una pizzeria (nelle vicinanze del luogo dell'incidente) e salgono sulla loro auto. Il tratto di via Casilina che percorrono, purtroppo, è già tristemente noto per gravi incidenti perché praticamente “senza curve” e soggetto ad alta velocità da parte degli automobilisti.

Potrebbe essere stata proprio l'alta andatura (forse addirittura oltre i 100 chilometri) una delle cause più probabili della perdita di controllo dell'auto da parte del guidatore. Fatto sta che, all'altezza di un benzinaio della Tamoil, l'autista perde il controllo della Mercedes, sfonda il guardrail di protezione e finisce la sua corsa in un fossato circostante. Alcuni passanti, terrorizzati dalla scena appena vista, avvertono una volante della polizia che accorre subito sul posto assieme alla polizia stradale (che si sta occupando di verificare l'esatta dinamica dell'incidente), ai vigili del fuoco e ad un'autoambulanza del 118. La situazione appare subito drammatica ai soccorritori che vedono la Mercedes “accartocciata” nel fossato e alcuni corpi a terra: per questo motivo si è inizialmente pensato ad alcuni pedoni travolti, in realtà alcuni ragazzi sarebbero stati sbalzati fuori dall'abitacolo dell'auto. I due romeni di 24 e 27 anni sono stati trasportati in gravi condizioni agli ospedali di Tor Vergata e Villa Irma, mentre il 15enne (fratello della vittima di 22 anni che era proprietaria della Mercedes) è stato portato in condizioni meno preoccupanti all'ospedale di Palestrina.

Tiziano Pompili