Roma,Piazzale dei Partigiani: Buche, sporcizia e degrado

0
26

 

Degrado e abbandono in piazzale dei Partigiani nel Primo Municipio. Siamo quasi nel confine ideale (ma non troppo) con l'Undicesimo Municipio, nel grande slargo incastonato tra la storica stazione di Roma- Ostiense e via Marco Polo. Ore 3 della notte, nessuno all'orizzonte, il silenzio è assoluto. Eppure qualcosa si sente, si nota: non è il vocio della gente o il rumore delle autovetture bensì il brusio dei senzatetto, asserragliati nei tanti angoli esterni della stazione, intenti a ripararsi dal gelido freddo per poi dormire qualche ora prima che la luce del sole li svegli.

Realtà preoccupanti, questioni sociali evidentemente irrisolte, che ogni notte conquistano anche piazzale dei Partigiani. Che, come se non bastasse, soffre pure di pericolose criticità infrastrutturali. La lingua di asfalto che costeggia l'area, creado una sorta di rotatoria irregolare sino a via dei Verbiti, infatti è alquanto precaria: il manto stradale è scosceso, dissestato e intervallato da voragini più o meno grandi.

Un rischio non indifferente per due e quattroruotisti. Spostandoci di qualche metro, stavolta in direzione dell'Ostiense, si “casca” in pieno Undicesimo Municipio, dove è proprio il minisindaco a descrivere la situazione non così rosea di alcune arterie nei pressi della stazione: “Molte strade della zona, in particolare via della Stazione Ostiense, via Pellegrino Matteucci e via Bartolomeo Bossi avrebbero senza dubbio bisogno di una manutenzione straordinaria – esordisce preoccupato il presidente Andrea Catarci-.

Inoltre l'Ama sembra averci abbandonato: come testimoniano le segnalazioni di numerosi residenti la pulizia delle strade è scarsa, il numero dei cassonetti insufficiente, la raccolta rifiuti latita e la vivibilità di molti è ridotta al minimo. Sono anni che inoltriamo queste criticità al Campidoglio ma dal sindaco Alemanno nessuna risposta concreta”. Il presidente dell'Undicesimo infine chiosa: “A proposito di Ama, passa solo quattro volte al mese per come stabilito dal contratto di servizio con Roma Capitale; ma è tanto difficile capire che è un'assurdità e va cambiata?”.