Montecompatri, accoltellato alla gola per un apprezzamento a ragazza

0
21
 

La scorsa notte due cittadini romeni, rispettivamente di 33 e di 31 anni, sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio in concorso di un loro connazionale. I militari sono intervenuti in seguito ad una chiamata del 118 che riferiva di un uomo privo di sensi che presentava una profonda ferita alla gola e ulteriori evidenti segni di arma da taglio su tutto il corpo. Sono scattate immediate indagini da parte dei carabinieri che hanno permesso di identificare prima la vittima poi la residenza.

L’analisi immediata degli ultimi contatti avuti e la visione del suo profilo “facebook” hanno permesso di ricostruire quanto accaduto durante la nottata a Montecompatri. In un appartamento del piccolo paese arroccato dei Castelli Romani era in corso una festa dove è nata una lite per futili motivi tra i tre romeni, poi una parola di troppo, un apprezzamento a una delle ragazze degli arrestati e si è passati subito alle vie di fatto. I fratelli dopo aver afferrato due coltelli da cucina hanno colpito alla gola il giovane che, privo di sensi è stato soccorso per strada dall’ambulanza.

I carabinieri hanno arrestato uno degli aggressori mentre, sporco di sangue, era ancora intento a pulire la casa dai segni del delitto, il fratello è stato fermato sulla via Casilina dopo che aveva tentato di disfarsi di uno dei coltelli. La vittima è tuttora ricoverata presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Roma Tor Vergata in prognosi riservata.