Tuscolano, preso spacciatore d\’eroina

0
94
 

Le indagini erano partite da alcune morti per overdose. La squadra di polizia giudiziaria del commissariato Tuscolano ha stretto il cerchio intorno ad alcuni noti pusher della zona. Dopo alcuni appostamenti hanno individuato l’abitazione di uno di questi, dove sospettavano ci fosse la sua base operativa.

Quindi i poliziotti hanno aspettato sotto casa che il sospettato scendesse dal suo appartamento per controllarlo. Appena l’hanno visto uscire si sono avvicinati, ma l’uomo ha tentato la fuga urlando all’indirizzo dei suoi familiari in casa che era in atto un controllo della polizia. Alcuni agenti allora si sono affrettati a salire nell’abitazione per una perquisizione. A seguito del controllo hanno trovato alcune dosi di eroina, circa 13 grammi, e ben 2700 euro in contanti. A.F., 42enne romano, è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

E’ dell’altro giorno, invece, l’arresto portato a termine dagli uomini del reparto volanti a seguito di un controllo in una delle zone più a rischio per il reato di spaccio nella zona Monte Mario. Due pattuglie si sono avvicinate ad un locale, spesso ritrovo di consumatori di droga. Da fuori gli agenti hanno visto che il barista cedeva due involucri ad un avventore due involucri che prendeva da sotto il bancone. Alla vista della polizia il ragazzo ha tentato di allontanarsi velocemente dal bar, ma è stato fermato ed effettivamente trovato in possesso di due involucri contenenti cocaina.

Gli agenti si sono poi avvicinati al barista, che spontaneamente ha ammesso di aver ceduto poco prima lo stupefacente al ragazzo e che ce n’era dell’altro nascosto sotto il bancone. Il controllo è proseguito in casa del pusher, dove sono stati trovati altri 16 involucri contenenti cocaina e 75 euro in banconote di piccolo taglio. Anche per M.A., 47enne romano, sono scattate le manette con l’accusa di spaccio di stupefacenti.