Furti in appartamento, 2 arresti tra Talenti e Monteverde

0
18
 

Dopo aver consumato un furto in un appartamento di via D’Ovidio, a Talenti, un giovane rumeno è stato bloccato e arrestato da una pattuglia del Commissariato Fidene – Serpentara e da un equipaggio del Commissariato “San Basilio”, mentre stava tentando di fuggire dopo essersi calato da un balcone del primo piano. L’allarme di furto in appartamento è giunto al 113 intorno alle 20 di ieri sera.

Dopo la segnalazione, l’operatore della Sala operativa della questura ha immediatamente fatto convergere sul posto alcune pattuglie. I poliziotti, giunti in via D’Ovidio dopo pochi minuti, hanno circoscritto la zona, appostandosi in diversi punti dell’edificio e scorgendo, poco dopo, un uomo che si stava calando da un balcone del primo piano. Intuito potesse trattarsi proprio del ladro segnalato, hanno atteso che scendesse e lo hanno bloccato mentre tentava di scavalcare la rete di recinzione per darsi alla fuga.

Controllato, è stato trovato in possesso di uno zainetto, all’interno del quale gli investigatori hanno recuperato una telecamera digitale e alcuni oggetti in oro. Identificato per C.S.C., rumeno di 23 anni, con precedenti specifici, il giovane ha ammesso le sue responsabilità riferendo agli agenti di aver agito da solo. Accompagnato presso il commissariato Fidene – Serpentara, per lo straniero sono scattate le manette, mentre la refurtiva, riconosciuta dalla proprietaria dell’appartamento “visitato”, è stata riconsegnata. Sempre nella serata di ieri un altro straniero è stato arrestato per il tentativo di furto in un appartamento di via Troiani nella zona di Monteverde.

Sono stati un finanziere e un poliziotto, liberi dal servizio, a intercettare il ladro, di nazionalità georgiana, proprio mentre usciva dall’appartamento “visitato”. L’uomo, dopo aver forzato la serratura dell’immobile, era entrato all’interno con l’intenzione di razziarlo ma qualcuno, sentendo i rumori, si è insospettito ed ha avvisato la polizia. I primi a intervenire sono stati i due agenti in borghese, abitanti nello stabile in questione, messi a conoscenza di quanto stava accadendo da alcuni inquilini del palazzo.

Quando lo straniero ha capito di essere stato scoperto è uscito dall’appartamento, ed è fuggito. Inseguito dal poliziotto e dal finanziere, è stato raggiunto e bloccato dopo una violenta colluttazione. Intanto, alcuni equipaggi del reparto volanti, giunti sul posto a seguito della segnalazione, hanno prestato ausilio ai due colleghi ed accompagnato il malvivente in commissariato. Arrestato per il reato di tentato furto aggravato e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, al termine degli accertamenti, M.R., di 28 anni, è stato messo a disposizione dell’autorità giudiziaria per essere giudicato per direttissima.