Ostia, furti nei poliamblutaori dell\’Asl RmD: denunciata addetta alle pulizie

0
44
 

Prenderla con le mani nel sacco non è stato facile per i carabinieri che si sono occupati del caso. A seguito di numerosi furti avvenuti in orario notturno nel poliambulatorio di via delle Saline a Ostia Antica, via delle Repubbliche Marinare e Lungomare Paolo Toscanelli a Ostia, nel corso dei quali la ladra era riuscita a rubare oltre 12mila euro di proventi dei ticket pagati presso i rispettivi C.U.P. (Centro Unico Prenotazioni), i carabinieri della stazione di Ostia Antica sono riusciti a far luce sulla vicenda acciuffando la responsabile: si tratta di P.F. 59enne pugliese d’origine ma da diversi anni residente a Ostia, pregiudicata per omicidio e addetta alle pulizie per conto di una società appaltata dalla medesima struttura sanitaria.

Gli strani movimenti della donna avevano da subito insospettito gli investigatori ma, fino a qualche giorno fa, nessuna prova era riuscita a incastrarla. Determinante è stato l’occhio vigile di alcune microspie che i carabinieri avevano nascosto negli uffici colpiti dai furti, grazie alle quali è stato possibile incastrare l’impiegata infedele.

Lunedì scorso, durante le operazione di trasferimento delle somme di danaro dal poliambulatorio di via delle Repubbliche Marinare, i vigilantes hanno scoperto un ennesimo ammanco dalla cassetta di sicurezza: oltre mille euro. Immediata la segnalazione ai carabinieri che, visionando le immagini registrate dall’occhio indiscreto delle telecamere nascoste, hanno potuto accertare la responsabilità della donna che, di prima mattina, entrata nella stanza per le svolgervi le pulizie giornaliere, dopo essersi guardata bene intorno, certa di passare inosservata, ha infilato un apposito marchingegno nella cassetta di sicurezza e ne ha sfilato la busta contenente il guadagno del C.U.P. del giorno precedente, ha poi intascato il bottino e ha ripreso indisturbata il suo lavoro.

Le immagini sono state immediatamente inviate alla magistratura che ha disposto un’immediata perquisizione a seguito della quale i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato gli attrezzi usati per compiere i furti. La donna è ora indagata per furto aggravato ai danni della pubblica amministrazione. I furti messi a segno nei poiliambulatori delle Asl RmD tra il 2012 e il 2013 ammontano a circa 13mila euro, di cui circa tremila euro rubati nella sede di via delle Repubbliche Marinare e quasi 10mila euro ad Ostia Antica dove è stata smurata la cassaforte.