Parco Leonardo: Dilapida 50mila euro alle slot machine e finge una rapina

0
56

Ormai ridotto con l’acqua alla gola, indebitato fino al collo a causa della sua passione per i video-poker e le slot machine, un cassiere dei parcheggi sotterranei del centro commerciale di Parco Leonardo, nel comune di Fiumicino, ha denunciato ai poliziotti del commissariato di via Portuense di aver subito una rapina da 50.000 euro.

Un escamotage escogitato, probabilmente, per giustificare quell’ammanco nell’incasso. Un “buco” che con il trascorrere del tempo era diventato sempre più grosso, mettendo l’uomo, A.F., 32 anni, residente nel comune traianeo e addetto al recupero del denaro nel multipiano, in difficoltà. Tanto che nei giorni scorsi aveva riferito alla polizia che, mentre si trovava negli uffici della cassa, era stato derubato da due persone che, dopo essersi fatte aprire la porta con una scusa, lo avevano minacciato sottraendogli la bella cifra di 50.000 euro in banconote di piccolo taglio.

Questa la versione del trentaduenne che però, a causa di alcune “incongruenze”, da subito non aveva convinto gli investigatori agli ordini del primo dirigente, dottor Filiberto Mastrapasqua. Dopo aver effettuato le prime indagini, gli agenti hanno ritenuto che il racconto della presunta vittima risultava fumoso sotto molti aspetti e così hanno deciso di approfondire l’accertamento.

E’ stato così che, pressato dalle domande degli inquirenti, A.F. è crollato e ha confessato tutto. L’uomo ha ammesso di aver sottratto personalmente il denaro dalla cassa della società per pagare i suoi debiti di gioco e per continuare in quella che ormai per lui era diventata una vera e propria dipendenza. Una malattia conosciuta come ludopatia, o gioco d’azzardo patologico, che rientra tra le patologie psichiatriche. Per il cassiere, intanto, è scattata la denuncia per i reati di appropriazione indebita, procurato allarme e simulazione di reato.

Due giorni fa è finito in manette per rapina aggravato F.R., un pregiudicato napoletano di 46 anni. Dopo una serata trascorsa a giocare alle slot machine in un bar di Saxa Rubra, si è accorto di aver perso 1000 euro e ha tentato di rifarsi sul cassiere rapinandolo. Ma è stato bloccato e arrestato dalla polizia.

Maria Grazia Stella