Pavona, scoperti camper e motori rubati

0
36
 

Sono stati insospettiti da una targa parzialmente coperta di un‘autovettura trasportata da un carro attrezzi. E’ iniziata così un’indagine lampo degli agenti del commissariato di Albano Laziale che ha portato all’arresto di un 48enne di Ariccia, titolare di un autodemolitore.

Tutto è accaduto ieri pomeriggio quando, transitando in via del Mare in località Pavona, gli investigatori hanno individuato un carro attrezzi che trasportava una autovettura con targa parzialmente coperta.

Il sospetto degli agenti si è accentuato in quanto, da un controllo presso la banca dati delle forze di polizia, il mezzo è risultato essere di una società di autodemolizioni facente capo a P.B., 48enne di Ariccia, già noto alle forze dell’ordine. Il carro è stato così pedinato fino all’interno di un appezzamento di terreno recintato nelle campagne di Pavona, dove erano presenti, altre parti di autovetture smontate, oltre ad una officina improvvisata.

Insieme al personale della sottosezione della polizia stradale di Albano, gli uomini del commissariato hanno effettuato un controllo che ha permesso il rinvenimento e il successivo sequestro di un autocaravan rubato nella zona dei Castelli, di 6 motori di autovetture e apparati radio. Trovata inoltre tutta l’attrezzatura, compresa una fiamma ossidrica per sezionare gli autoveicoli, nonché punzoni per “nuove illegali immatricolazioni”.

E’ stata inoltre trovata e sequestrata, all’interno di un manufatto, occultata dietro un termosifone, una pistola semiautomatica calibro 22, oggetto di furto in una abitazione di Genzano, completa di caricatore e colpi, mentre la successiva perquisizione domiciliare ha fatto scoprire altre cartucce dello stesso tipo e calibro. L’uomo è stato quindi arrestato in quanto responsabile della flagranza del reato di detenzione abusiva di arma comune di sparo, e denunciato per ricettazione degli automezzi oggetto di furto.