Ragazzo disperso in mare, proseguono senza sosta le ricerche a Torvaianica

0
38
 

Proseguono senza sosta le ricerche di Riccardo Casini, il 27enne di Fregene disperso in mare a Torvaianica, nella zona dell’area marina protetta delle secche di Tor Paterno, in seguito al naufragio del semicabinato di sei metri a bordo del quale si trovava martedì mattina in compagnia di tre amici di Fiumicino per una battuta di pesca.

Le operazioni di soccorso, che si stanno svolgendo a circa sei miglia dalla costa tra Torvaianica e Capocotta, sono andate avanti per tutta la notte nella speranza, ormai sempre più flebile, di salvare il giovane.

Ampio lo spiegamento di forze messe in campo: ad affiancare il lavoro delle due motovedette della capitaneria di porto, da San Benedetto del Tronto è intervenuto il nucleo sommozzatori della guardia costiera con un robot di profondità per le ricerche al quale si è aggiunto anche il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco dotati di Side Scan Sonar, un’apparecchiatura per il rilevamento tramite sonar dei relitti in profondità.

Ieri mattina al velivolo della guardia costiera si sono avvicendati gli elicotteri della guardia di finanza e dei vigili del fuoco. Secondo il racconto dei tre amici di Riccardo, che dopo il ricovero all’ospedale Grassi di Ostia in stato di ipotermia sono stati ascoltati ieri mattina per ricostruire la dinamica dell’incidente, una fiancata della barca sarebbe stata investita da un’onda e avrebbe così iniziato a riempirsi d’acqua fino ad affondare.

I genitori del giovane disperso hanno trascorso tutta la notte alla capitaneria di porto di Fiumicino per seguire le operazioni.

Est