Ostia, corte degli studenti \’\’contro le speculazioni\’\’

0
75

Quasi un migliaio di manifestanti alla street parade "Reclama e riprendi le strade", promossa dagli studenti medi di Ostia. Un lungo corteo, partito alle 9.15 dalla stazione Lido Nord di viale dei Promontori, che sta attraversando le strade del litorale romano. In piazza con gli studenti, il Teatro del Lido che festeggia 3 anni di occupazione, le famiglie del coordinamento di lotta per la casa, i lavoratori della sanità e i cittadini di Ostia.

Così si legge in un comunicato gli "Studenti medi di Ostia": "Manifestazione contro le speculazioni per reclamare una scuola, una casa, una sanità, una cultura garantita e di qualità, accessibile a tutti.

"L'Ostia che non si mangia" recita lo striscione sul carretto musciale, "Non chiediamo niente, ci riprendiamo tutto" lo striscione alla testa del corteo. Manifestazione colorata da fumogeni, bandiere pirata, antifasciste e No Tav. Un intervento per ricordare Carla & Valerio Verbano, ragazzo ucciso dai fascisti 33 anni fa. Il corteo terminerà difronte la Vittorio Emanuele con un pranzo sociale e spettacoli teatrali, per rivendicare quello spazio come luogo a vocazione socio-culturale.

Gli studenti rivendicano in quel luogo il progetto "Casa della Cultura". Uno spazio sociale di 3000mq destinato alla gestione pubblica e sul quale furono stanziati tre milioni di euro, un finanziamento su cui ancora l'amministrazione deve fare chiarezza. In serata sul palco del Teatro del Lido andranno in scena performance musicali e teatrali".