Termini, operazione antidegrado dei carabinieri: 3 persone arrestate

0
68

Tre persone arrestate, cinque denunciate e più di cento persone controllate, è il bilancio dei controlli effettuati, nelle ultime ore, dai carabinieri della compagnia Roma Centro, con la collaborazione dei carabinieri dell’8° Reggimento Lazio, finalizzati al contrasto di ogni forma di degrado e abusivismo nell’area della Stazione Termini.

Per lo più cittadini stranieri, molti dei quali trovati a bivaccare in varie zone all’esterno dello scalo Ferroviario, sono stati invitati ad allontanarsi. Dieci di loro, trovati senza documenti di identità sono stati fermati per identificazione e sottoposti a fotosegnalamento.

In questo contesto i carabinieri sono riusciti a smascherare, in due episodi diversi, due ladri di 14 e 40 anni, entrambi cittadini romeni. Il giovane, insieme ad un altro minorenne non imputabile, è stato scoperto all’interno di un noto negozio di abbigliamento della stazione Termini con dei capi di vestiario appena rubati dagli scafali, da cui avevano rimosso le placche antitaccheggio.

Stessa sorte è toccata al 40enne, sorpreso dopo aver rubato capi di abbigliamento ed un portafogli griffati da un centro commerciale all’interno del Forum Termini. Altri 3 ladri, invece, sono stati denunciati a piede libero per il furto di profumi ed altri accessori di abbigliamento. Tutta la refurtiva è stata recuperata e riconsegnata ai proprietari. Tre cittadini bengalesi di 19, 27 e 34 anni, sono stati fermati per commercio ambulante non autorizzato in piazza dei Cinquecento. Tutti sono stati contravvenzionati e la merce che stavano vendendo è stata sequestrata.

Uno di loro è stato pure denunciato a piede libero per essersi opposto al controllo. Infine, i carabinieri del Nucleo Scalo Termini hanno denunciato una cittadina romena, 26enne, senza fissa dimora, poiché scoperta inosservante al foglio di via obbligatorio dal Comune di Roma.