Valmontone, perseguitata dal suo ex marito: arrestato

0
19
 

E’ l’ennesima storia di violenza con una serie di atti persecutori ai danni di una donna di Valmontone da parte del suo ex marito che solo grazie all’intervento dei carabinieri non ha avuto un triste epilogo.

La donna, separata dal suo ex marito dall’anno 2008, da tempo è vittima di una serie di atti persecutori che minacciavano la serenità e la tranquillità familiare, impedendogli di svolgere le sue normali occupazioni. I carabinieri erano già intervenuti in passato tanto che l’autorità giudiziaria di Velletri, in due diverse circostanze, proprio sulla base dei servizi eseguiti dai carabinieri, aveva emesso un provvedimento che impediva all’uomo di avvicinarsi all’abitazione della sua ex moglie.

Di fatto, negli ultimi giorni, l’uomo ha cominciato a perseguitare la donna con una serie di messaggi telefonici, telefonate minacciose anche nelle ore notturne, nonché al citofono della sua abitazione ove la minacciava di attenderla all’uscita di casa.

Alle minacce sono seguiti dei danneggiamenti sulla propria autovettura. I militari dell’arma, in sede di denuncia, hanno rassicurato la donna fornendole la disponibilità di un immediato intervento qualora notasse il marito nei pressi della sua abitazione e così nella serata di ieri hanno posto finalmente termine a questa triste vicenda traendo in arresto l’uomo in occasione dell’ennesimo tentativo di minacce e molestie alla sua ex moglie.

L’uomo, un 50enne con esperienze lavorative nel settore della ristorazione, è stato bloccato dai carabinieri e sottoposto a perquisizione dove è stato trovato in possesso, tra l’altro,  di falsi distintivi e tesserini in uso alla Polizia di Stato sottoposti a sequestro, per cui oltre al reato di stalking, dovrà rispondere del reato di possesso di distintivi di riconoscimento contraffatti.