Conflitto a fuoco nella Capitale: morto bandito, ferita una guardia giurata

0
52
 

Una rapina ad un portavalori con successiva sparatoria. E' successo in via Carlo Alberto 6, all'Esqulino.

Il conflitto a fuoco tra i rapinatori e le guardie giurate ha causato la morte di uno dei malviventi ed il ferimento grave di una delle guardie. Sul posto i carabinieri. 

L'assalto a un portavalori blindato della Fidelitas è avvenuto intorno alle 13. Il furgone era arrivato di fronte alla Banca Popolare di Sondrio nei pressi della Basilica di Santa Maria Maggiore quando è entrata in azione la banda di tre rapinatori. Le guardie giurate hanno reagito all'assalto aprendo il fuoco: uno dei rapinatori è rimasto ucciso nella sparatoria, mentre una guardia giurata ferita in codice rosso. 

Dopo non molto sono gli altri due ladri sono stati fermati nei pressi di Porta Maggiore dopo essersi dati alla fuga da via Carlo Alberto a bordo di un'autovettura (probabilmente rubata) dopo aver assaltato il furgone portavalori della Fidelitas.

Il terzo malvivente partecipante al colpo è rimasto ucciso sul luogo della rapina. A fermare i due, che ora saranno portati nella caserma di via In Selci, sono stati i militari del Nucleo radiomobile che avevano istituito posti di blocco in tutta la zona del centro dopo l'allarme. E' stata ferita alle gambe e alle braccia la guardie giurate raggiunta dai colpi di rapinatori che hanno assaltato un portavalori in via Carlo Alberto. L'uomo, soccorso dal personale del 118, è stato trasportato all'ospedale San Giovanni e non risulta in pericolo di vita.