Termini, rapina a mano armata a passeggero treno: due fermi

0
23
 

La polizia ferroviaria di Roma Termini ha proceduto al fermo di due giovani campani per rapina a mano armata di un viaggiatore a bordo del treno R 2410.

E’ stato lo stesso viaggiatore che, appena giunto a Roma Termini, aveva riferito al personale Polfer di essere stato oggetto di rapina, in prossimità della Capitale, ad opera di 5 giovani, tre dei quali si erano seduti vicino a lui mentre gli altri due erano rimasti in piedi nella stessa vettura a distanza visiva.

Poco dopo l’individuo seduto al suo fianco aveva estratto una pistola puntandogliela contro e facendosi consegnare un I-Phone e la somma di 190 euro in contanti, mentre gli altri due soggetti gli facevano intendere di essere anche loro armati per poi minacciarlo di morte se si fosse rivolto alla Polizia.

Giunti nello scalo romano, l’individuo armato era rimasto vicino al viaggiatore consentendo ai complici di scendere tranquillamente dal treno per poi allontanarsi a sua volta rinnovando l’intimazione di non rivolgersi alle forze dell’ordine. Dopo che la vittima aveva riferito l’accaduto, fornendo agli agenti precise caratteristiche somatiche dei rapinatori, venivano immediatamente attivate le ricerche che dopo poche ore portavano al rintraccio di tre giovani sospetti a bordo del treno R.2381 in partenza per Napoli.

Condotti in Ufficio e sottoposti a fotosegnalamento, due di loro sono stati riconosciuti dal viaggiatore quali autori della rapina subita e, pertanto, sottoposti a fermo di P.G. ed associati presso la locale casa circondariale di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Con il concorso di altri Uffici della Specialità, sono state attivate indagini mirate alla identificazione degli altri componenti del sodalizio criminoso, tra i quali il soggetto armato, nonché ad accertare la responsabilità del gruppo in altre precedenti rapine perpetrate a bordo di treni circolanti sulla tratta Napoli – Roma e denunciate presso altri Uffici di Polizia.