Rocca di Papa, marijuana in camera del figlio

0
29
 

I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Castel Gandolfo si sono finti postini che dovevano consegnargli una raccomandata urgente per farsi aprire il cancello della villa di Rocca di Papa dove l’uomo, un cuoco 56enne, con un passato di militanza nel terrorismo di destra, vive con la moglie e i tre figli.

L’uomo, occupato in attività di giardinaggio, ha manifestato non poco stupore quando si è reso conto che i postini altri non erano che carabinieri intenzionati ad eseguire una perquisizione domiciliare.

Nell’armadio della camera da letto del figlio quindicenne, i militari hanno infatti trovato, occultati sotto alcuni vestiti, una busta contenente 500 grammi di erba di cui l’uomo si è accollato la responsabilità. Per lui quindi una notte trascorsa in camera di sicurezza in attesa di essere presentato al Giudice per l’udienza direttissima.