Rubano rame e gasolio: 11 arresti tra Torvaianica e Santa Palomba

0
22
 

C’è anche un italiano di 27 anni tra gli 11 arrestati per furti di rame e gasolio, operati dai carabinieri della compagnia di Pomezia che hanno intensificato i controlli e i servizi perlustrativi per contrastare i fenomeni di criminalità predatoria. L’italiano, la scorsa notte, è stato sorpreso mentre scavalcava la recinzione di una proprietà privata a Torvaianica dove aveva rubato 13 metri di grondaie in rame che aveva caricato sulla sua auto, pronta per fuggire.

L’intensificazione dei controlli da parte dei carabinieri ha permesso inoltre di arrestare 3 cittadini romeni che nelle scorse settimane, rubando gran parte dei cavi elettrici per le strade di Torvaianica, avevano lasciato al buio un intero quartiere intorno a via Polonia. I servizi predisposti dai carabinieri di Torvaianica hanno permesso di sorprendere i tre che si erano calati nei tombini per sradicare i cavi dalle tracce sotterranee rinvenendo nella loro autovettura 50kg di rame.

A Roma, nell’area industriale di Santa Palomba, sempre di notte, altri 3 cittadini romeni sono stati sorpresi da una pattuglia di carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Pomezia che, insospettitisi alla vista di un Suv, abbandonato nei pressi di una centralina dell’Acea e visibilmente sovraccaricato, hanno controllato le tre persone che erano a bordo. I militari hanno così rinvenuto 500kg di cavi di rame e parti di turbine elettriche che riempivano il vano portabagagli e i sedili posteriori della macchina.

Un altro fenomeno che i carabinieri stanno contrastando è il furto di gasolio che, a causa dell’elevato prezzo di mercato, viene rivenduto clandestinamente ad un costo sensibilmente inferiore. I carabinieri della stazione Roma Tor de Cenci la settimana scorsa hanno sorpreso altri 3 cittadini romeni che, a bordo di due furgoni, stavano per lasciare un’area di servizio  sulla SR 148 Pontina al km 21, nel comune di Roma. A seguito di un primo controllo i militari hanno rinvenuto 3 carte di credito clonate in loro possesso. La perquisizione ha permesso di trovare numerosi taniche all’interno dei furgoni per un totale di 800litri di gasolio acquistato poco prima al dispositivo self-service mediante l’utilizzo fraudolento delle carte di credito clonate. Sempre la settimana scorsa, a Pomezia, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile hanno arrestato un cittadino moldavo sorpreso a rubare 400 litri di gasolio da un’autocisterna in sosta mentre il camionista, ignaro di ciò che stava accadendo, riposava tranquillamente all’interno.