Roma, borseggiatori in azione: 8 arresti

0
63
 

Altri 8 borseggiatori sono stati arrestati dai carabinieri nel corso dei servizi di prevenzione messi in campo sia a bordo dei mezzi pubblici, sia lungo le  strade della Capitale. Il primo a finire in manette è stato uno scatenato ladruncolo romano di 29 anni che in una discoteca di via Bassanello, zona Tomba di Nerone, approfittando della confusione e dell’affollamento della pista, ha sfilato il portafogli dalla borsa di una 43enne romana.

La scena, suo malgrado, è stata notata dal personale addetto alla sicurezza del locale che lo ha immediatamente fermato e fatto accomodare su un divanetto del locale in attesa dell’arrivo della pattuglia dei carabinieri, avvisati telefonicamente dell’accaduto. Non contento della bravata già fatta, approfittando di un momento di distrazione dei buttafuori che vegliavano su di lui, il ragazzo ha allungato le mani in un’altra borsa appoggiata in un vicino divanetto, tentando di rubare il portafogli. Il ladruncolo ha desistito solo perché è stato scoperto dalla proprietaria. Poi, finalmente, sono arrivati i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma che lo hanno preso in custodia e arrestato con l’accusa di furto con destrezza continuato.

Le location in cui gli altri 7 borseggiatori sono entrati in azione sono quelle più comuni: metropolitana e autobus. Così, tre giovani nomadi, tra cui due ragazzine, di età compresa tra i 14 e i 16 anni, sono state fermate dai carabinieri della Stazione Roma via Vittorio Veneto alla fermata del metrò “Ottaviano” dove avevano appena svuotato le tasche ad un turista che, ignaro di quanto accaduto, è salito sul convoglio allontanandosi. Poco dopo, gli stessi militari hanno fermato un’altra giovane nomade di 16 anni che alla fermata della metro B “Cavour”, con la complicità di una ragazzina non imputabile poiché minore di 14 anni, ha derubato una turista del portafogli.

Anche in questo caso la vittima non si è accorto delle “mani di velluto” e si è allontanato a bordo di un convoglio. Gli ultimi 3, due cittadini romeni 40enni e una moldava di 21 anni, sono stati arrestati dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro nell’autobus “40”. Anche in questo caso la vittima del furto di portafogli è stata una turista, una statunitense di 53 anni, alla quale i militari hanno restituito il maltolto. Tutti i  borseggiatori maggiorenni sono stati accompagnati in caserma in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo nelle aule del Tribunale di Roma. Quelli minorenni, invece, sono stati accompagnati nel centro di prima accoglienza di via Virginia Agnelli, mentre la ragazzina non imputabile è stata affidata ai genitori.

È SUCCESSO OGGI...