Roma, rapine e spaccio di droga: in manette un romeno e quattro africani

0
31
 

A Roma gli agenti del commissariato Casilino Nuovo, in collaborazione con il personale del nucleo Prevenzione crimine Lazio, hanno effettuato ieri un servizio straordinario nell'area di competenza. Sessanta le persone identificate e 24 i veicoli controllati, 16 esercizi pubblici controllati. Un cittadino senegalese di 25 anni, D.E., è stato arrestato perchè trovato in possesso di 9,3 grammi di eroina e di 42,3 grammi di marijuana, già suddivise in dosi pronte per essere vendute. Eseguiti anche alcuni controlli nei confronti di persone sottoposte agli arresti domiciliari.

Tre sono i denunciati per evasione in quanto non trovati in casa all'atto del controllo. Ed è in zona Appio che ieri sera un romeno di 24 anni, O.F.C., dopo essere entrato in un supermercato, si è impossessato di alcuni generi alimentari ed ha cercato di allontanarsi. E' intervenuta la guardia giurata ma, quando ha tentato di fermare l'uomo, questo ha reagito iniziando a spintonarlo. L'intervento immediato degli agenti del commissariato Appio Nuovo, inviati dalla sala operativa del 113, ha permesso di bloccare il ladro e di assicurarlo nell'auto di servizio.

La merce, recuperata, è stata restituita al responsabile del negozio. Lo straniero, accompagnato negli uffici del commissariato, è stato arrestato per rapina. Sono stati individuati e arrestati dagli agenti del commissariato Trevi ed Esquilino due cittadini egiziani, di 18 anni e di 19 anni, responsabili di aver rapinato un cittadino indiano poco dopo la mezzanotte in via delle Terme di Tito. Il giovane è stato avvicinato da alcuni cittadini stranieri che, dopo averlo strattonato, lo hanno rapinato di 5000 euro in contanti ed alcuni monili in oro. I poliziotti nel corso di un giro di perlustrazione nella zona, li hanno sorpresi mentre tentavano di nascondersi dietro alcuni cassonetti della spazzatura.

A carico del 19enne è risultato anche un provvedimento di esecuzione cautelare in carcere in sostituzione all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Ed è un italiano invece, P.E. di 38 anni, con vari precedenti di Polizia, che ieri sera è stato arrestato dagli agenti del reparto volanti in via Terme di Caracalla mentre stava tentando di rubare all'interno di un'autovettura parcheggiata, trovata successivamente con il finestrino e deflettore rotti. Quando ha visto arrivare i poliziotti, inviati dal 113 a seguito di una segnalazione anonima, prima si è nascosto tra le auto in sosta e poi ha tentato di scappare a piedi. Bloccato dagli agenti è stato accompagnato negli uffici del commissariato Celio e arrestato per tentato furto aggravato.

L'ultimo a finire in manette è invece un tunisino di 31 anni, B.A.K., che, insieme ad altri due complici riusciti a scappare, ha aggredito il gestore di un chiosco di bibite e lo ha rapinato di alcuni prodotti in vendita. L'uomo, dopo un breve inseguimento, è stato intercettato in via Castro Pretorio dagli agenti del commissariato Viminale che lo hanno bloccato e arrestato per rapina. (fonte dire)