Pomezia, primo consiglio grillino \’\’sold out\’\’

0
40
 

E’ stato un consiglio comunale come non se ne vedeva da tempo, quello che si è svolto ieri a Pomezia per la presentazione della nuova Amministrazione dopo la straripante vittoria del Movimento 5 Stelle: aula consiliare piena di cittadini, che per accedere hanno dovuto prendere il “numero” come al supermercato e decine di persone rimaste fuori, sulla piazza, per mancanza di posto, “costretti” a vedere quanto accadeva collegandosi al sito del Comune e di un giornale locale, in diretta streaming.

Dopo aver eletto la commissione elettorale, si sono avute le prime schermaglie tra i due contendenti al ballottaggio. Omero Schiumarini, candidato del centrosinistra battuto a sorpresa, ha chiesto: «visto che la maggioranza è formata da un solo partito, di rendere più democratica l’Amministrazione cedendo la presidenza del consiglio all’opposizione». Secca la risposta di del sindaco Fabio Fucci: «I cittadini con il voto hanno scelto, quindi rispettiamo la loro volontà e non accettiamo questa proposta». E la presidenza, come da previsione, è andata a Renzo Mercanti, anche se solo alla terza votazione, con 18 voti favorevoli.

La seduta è andata avanti tra la soddisfazione del pubblico, che ha ringraziato sindaco e giunta per le delibere firmate nei pochi giorni di governo: dalla riduzione delle retribuzioni ai dirigenti al limite orario per la diffusione sonora, a sostegno delle attività culturali e commerciali di Pomezia e Torvaianica nel periodo estivo e a tutela della quiete pubblica: la musica è consentita solo il venerdì, il sabato e nei prefestivi fino alle 2.00 del mattino; la domenica fino all’1.00 e fino alle 24.00 negli altri giorni della settimana, rispondendo così alle lamentele dei cittadini che mal sopportavano i troppi decibel che invadevano strade e piazze anche per l’intera notte.

Ma la decisione che maggiormente ha colpito è stata quella di “aprire le porte” del Comune: un pomeriggio a settimana, il martedì, sarà dedicato a tutti i cittadini che hanno necessità e desiderio di incontrare la nuova Amministrazione e confrontarsi con essa, mentre il giovedì la stessa opportunità viene data a bambini e ragazzi con età inferiore ai18 anni che, accompagnati dai genitori, potranno incontrare gli amministratori.

Maria Corrao