Un \’\’quartiere\’\’ sotto la Colonna di Traiano

0
16
 

Lavori di pulizia riportano alla luce nuovi resti ai Fori Imperiali. La nuova area, proprio sotto la Colonna di Traiano, risalirebbe al VI secolo a.C., al periodo dei re Tarquini. Si tratta di un vasto complesso architettonico che evidenzia diverse testimonianze tra cui un «horreum» del I secolo d.C cioè un magazzino di grano e generi alimentari.

L’intera struttura si affaccia su una strada, che corrisponde all’attuale tracciato della via che passa sulla scalinata e piazza Magnanapoli. Entro luglio si procederà alla protezione e alla copertura delle strutture per ripristinare il piano della fase traianea.

«Ciò che è tornato alla luce negli scavi del Foro di Traiano è di "grande importanza dal punto vista storico ma anche progettuale – ha detto Rossella Rea, direttore del Colosseo all'agenzia Dire – perché dimostra che nell'area archeologica centrale di Roma basta pulire per scoprire e riscoprire. Questo deve servire da stimolo per riprendere un discorso tra Stato e Comune, interrotto alcuni anni fa, ma che aveva già prodotto ottimi risultati con la stesura di un programma di interventi e progetti per la riqualificazione e la valorizzazione con futura fruizione di tutta l'area archeologica centrale, quindi Fori imperiali, Colosseo fino al Parco dell'Appia antica.

Secondo Rea «è necessario riprendere in pugno il lavoro di sinergia tra Soprintendenza di Stato e Sovrintendenza comunale per ridare dignità ai Fori imperiali, perché questa è un'area che non conosce nessuno, molti la scambiano con il Foro romano».

Da questo punto di vista il «proposito del nuovo sindaco di progressiva chiusura di via dei Fori imperiali riceve il plauso della Soprintendenza».