Esplode conduttura dell’acqua a via Ostiense: 12mila famiglie a secco (foto)

0
67
 

‘A secco’ circa 12mila, 13mila famiglie residenti nei quartieri di Ostia antica e Saline, nell’hinterland del municipio X, a causa dell’esplosione di una conduttura dell’acqua potabile in via Ostiense. Disagi anche per le tante attività commerciali – bar, ristoranti, bed&breakfast, alberghi – che hanno dovuto fare rifornimento con le taniche presso le due autobotti dell’Acea arrivate ieri mattina in via Arturo Evans, a Ostia antica, e al Park Hotel di via dei Romagnoli. E’ la seconda volta che il problema si ripresenta a distanza di due mesi quando a rimanere all’asciutto furono 2mila famiglie.

La terza, poi, nell’arco di un anno. E il guasto sempre nello stesso punto. “Sembra che la condotta sia vecchia di trent’anni: e per di più sottoposta alle pesanti sollecitazioni del traffico intenso. E’ evidente che l’Acea dovrebbe prendere la situazione in mano ed effettuare un intervento più incisivo per evitare che magari a breve, quando l’estate sarà al culmine, si debba restare di nuovo senz’acqua con il caldo afoso”, dichiarano al comitato di quartiere Ostia antica-Saline. Oltre al disagio per la mancanza d’acqua, si registrano gravi problemi anche alla circolazione, visto che il tratto della consolare è stato chiuso al traffico, che è stato deviato su via del Fosso di Dragoncello, via Chigi e via di Castelfusano, per permettere i lavori.

La rottura della tubatura, che sarebbe ‘verticale’, e dunque più complessa da riparare, è avvenuta intorno all’1.50 della notte tra domenica 23 e lunedì 24 giugno nel tratto dell’Ostiense corrispondente al km 21,500, tra via di Castelfusano e il punto di soccorso Aci. A segnalare l’anomala fuoriuscita dell’acqua gli automobilisti che hanno chiesto l’intervento della polizia stradale. Sul posto, alle 2.55, vista la gravità della situazione, sono intervenute le pattuglie dei vigili urbani dell’XI, XII e XIII gruppo di Roma Capitale e del Gruppo intervento traffico. I cittadini hanno così subito seri disagi anche perché alla chiusura del tratto della consolare si è aggiunto lo sciopero dei mezzi pubblici. Utilizzando le proprie auto, il traffico sulla via del Mare e sulle laterali è risultato congestionato.

Maria Grazia Stella

(Foto di Gaetano Di Staso)