Ncc \’\’sequestra\’\’ due turisti svedesi

0
21
 

Gli Ncc (Noleggio con conducente) ancora nell’occhio del ciclone. Nemmeno venti giorni fa la polizia di frontiera degli aeroporti di Fiumicino e Ciampino aveva sequestrato oltre 250 licenze abusive frutto di un’attività illecita che aveva il suo fulcro in un paesino della Calabria.

Ora a finire sotto la lente di ingrandimento sono i comportamenti di alcuni titolari di licenze: nelle ultime ore, infatti, si sono verificati casi di situazioni molto gravi nei confronti dei clienti. L’ultima, davvero sconcertante, ha riguardato una coppia di turisti svedesi addirittura “sequestrata” da un Ncc dopo aver concordato con loro il prezzo (50 euro) di un viaggio dall’aeroporto di Fiumicino a Roma.

L’uomo, infatti, aveva “omesso” di dire ai turisti che avrebbero fatto quel tratto in compagnia di altri cittadini, in una sorta di “viaggio di comitiva” da effettuare a bordo di un veicolo van. Una volta capita la situazione, i turisti hanno riferito al conducente di voler rinunciare, ma il giovane, un romano di 22 anni, li ha chiusi all’interno del van da dove sono stati tirati fuori grazie all’intervento di una pattuglia della Polaria.

Ancora peggio era andata qualche giorno fa ad una famiglia del Bangladesh (padre, madre e figlia di tre anni) che, arrivata presso l’aeroporto di Fiumicino, aveva contrattato il trasferimento a Roma con un noleggiatore romano di 43 anni. Anche in questo caso l’uomo aveva a disposizione un van per portare tutti i turisti “intercettati”, ma evidentemente non ha affatto gradito il rifiuto dei bengalesi di effettuare un viaggio di gruppo e ha malmenato il padre derubandolo addirittura di cento euro. La polizia di Frontiera coordinata dal dirigente della Quinta Zona Antonio Del Greco lo ha identificato e denunciato per estorsione e rapina.

Tiziano Pompili