Antenna di via Castiglioni: paura elettrosmog

0
87
 

Un’antenna enorme preoccupa i cittadini di via Cesare Castiglioni, nel Municipio XIV (ex XIX). Si tratta di un apparecchio della Telecom istallato più di dieci anni fa sopra a un palazzo all’inizio di questa traversa, che collega via Torrevecchia con la stazione di Monte Mario. Che da qualche settimana ha aumentato le sue dimensioni.

«L'unica antenna a così alto impatto ambientale a Roma è quella del nostro municipio – spiegano i rappresentanti del Comitato di via Castiglioni – chi ne conosce una analoga in zona urbana? L'antenna è stata ampliata successivamente alla Legge Gasparri del 2002 e anche adesso sta crescendo, dato che Telecom continua a aggiungere elementi radianti. L'ultimo è stato istallato proprio due settimane fa».

La suddetta legge ha lo scopo di agevolare la liberalizzazione del settore delle telecomunicazioni, consentendo dunque a tutti gli operatori di installare le proprie infrastrutture, per creare così un mercato concorrenziale. I residenti adesso si chiedono perché non sono mai state fatte le dovute verifiche sulle emissioni nonostante le loro proteste e lamentano disagi che potrebbero derivare proprio dall’antenna: «Io ho problemi nel sintonizzare i canali tv – spiega un abitante – il disturbo potrebbe dipendere dall’apparecchio della Telecom». «Io invece ho notato spesso delle interferenze con il mio citofono», racconta un altro abitante della via.

Considerata la possibilità che questi problemi siano causati dall’antenna e visto il rischio che emissioni troppo potenti possano danneggiare l’incolumità delle persone, i residenti da tempo cercano risposte presso le autorità competenti ma non ne hanno ancora ottenute: «Noi stiamo cercando di fare pressioni sull'amministrazione che finora è stata completamente sorda a ogni richiesta, accampando l'impossibilità di agire per vie legali – spiega il Comitato – Qualcuno fa qualcosa? Macché, pensano solo ai voti. Comunque noi non ci arrendiamo e andiamo avanti».

Annalisa Milanese