Fanno saltare la cassa continua in un distributore di Prato, arrestati a Fonte Nuova

0
19
 

All'alba di ieri, a Fonte Nuova, con una rocambolesca operazione condotta dalla squadra di polizia giudiziaria e coordinata dalla sala operativa della polizia stradale di Roma, sono stati arrestati tre pericolosi cittadini albanesi, che nella notte hanno fatto esplodere una cassa continua in un distributore di carburante di Prato. Una tecnica da esperti: partiti alle 22.30 da Roma, a bordo di una potente Bmw rubata, diretti verso nord, a una velocità di oltre 250 km/h, dopo aver perlustrato le aree di servizio sull'itinerario, si sono spinti fino a un distributore di Prato, dove con una miscela di acetilene ed ossigeno hanno saturato l''interno della cassa, facendola detonare con una miccia pirica. Tutto in pochi minuti.

Dopo l'esplosione si sono allontanati a forte velocità in direzione Roma, dove, però, ad attenderli vi erano gli agenti della stradale. I malviventi hanno tentato fino all'ultimo la fuga, speronando i veicoli della polizia e facendo resistenza, ma circondati sono stati bloccati. Nello specifico sono stati tratti in arresto: T.A. di 31 anni, G.I. di 38 anni e di M.S. di 33 anni, cittadini albanesi, per i reati di furto aggravato, ricettazione, resistenza e violenza, danneggiamento e lesioni. Sull'auto rubata sono state rinvenute e sequestrate due bombole (acetilene e ossigeno), complete di tubi e manometri, per cui è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco per metterle in sicurezza, nonchè oltre 13 metri di miccia pirica, grimaldelli, strumenti atti allo scasso e indumenti per celare la loro identità.

Mentre a seguito delle perquisizioni effettuate presso le abitazioni è stata rinvenuta altra refurtiva. L'organizzazione criminale, per muoversi sul terriotorio nella quotidianità, si avvaleva di autovetture intestate a un prestanome attualmente detenuto, che risulta ''intestatario fittizio'' di ben 114 veicoli. Sono in atto ulteriori accertamenti e indagini finalizzati all'individuazione di eventuali strutture logistiche e mezzi. (fonte Dire – foto Dire)