“Venditti verme”, striscione sotto casa del cantautore

0
26
 “Nel 2001 c’hai magnato, nel 2013 c’hai sputato. Venditti verme”. È questo il testo di uno striscione comparso la notte scorsa sotto casa del cantautore romano, Antonello Venditti, nel cuore di Trastevere. Ad affiggerlo, molto probabilmente, un gruppo di tifosi giallorossi amareggiati per la recente dichiarazione dell’autore di voler rimuovere il suo inno dedicato alla squadra, perchè “non più identificativo della Roma che conoscevo io”.

La canzone di Venditti “Roma” precede le partite allo stadio Olimpico dopo la lettura delle formazioni ed è stata proposta per la prima volta nel dicembre 1974. Circa un’ora fa il cantautore, sul suo profilo facebook ufficiale, ha pubblicato la foto dello striscione rispondendo all’autore, ancora anonimo, del gesto:

«Chi é pagato tra di noi? Chi sfrutta il vostro cervello ed il vostro cuore? Questa é la vostra Roma? La mia é fatta d’amore, di cultura e di poesia. Rifletti, anonimo che scrivi…. Auguri! Antonello. PS: chiedo scusa a tutti i miei fan che non sanno cosa accade a Roma in questo momento. Ci vediamo domani a Rimini!». (Dire)