Eur, caricavano pezzi auto di lusso in tir per la Polonia: arrestati

0
50
 

Cinque cittadini polacchi sono stati arrestati e due italiani denunciati a piede libero, ieri, per ricettazione di auto di lusso.

Nel corso di un’attività di controllo i militari avevano notato uno strano movimento di persone attorno a un tir parcheggiato in un’autodemolizione in zona Laurentina. Si sono quindi appostati fino a tarda sera e hanno scoperto che 5 polacchi, di età compresa tra i 28 e i 48 anni, si affrettavano a caricare sull’autotreno parti di autovetture tra cui blocchi telaio, motori, pneumatici, sportelli, paraurti, parti di motore, targhe e altre parti meccaniche.

A smontare i pezzi ci pensavano i due italiani di 45 e 50 anni, dipendenti del deposito di autodemolizione. Quando le operazioni di carico sono terminate e il tir era pronto a partire alla volta della Polonia, i carabinieri sono usciti allo scoperto fermando tutti i presenti e bloccando tutte le vie di fuga della struttura.

All’interno dell’ autotreno i militari hanno rinvenuto i pezzi, accuratamente imballati, appartenenti a 8 autovetture di lusso tra cui una Bmw X6, una Infinity FX35, una Porsche Carrera e una Mini Countryman, i cui “scheletri” erano custoditi in alcuni container del deposito.

Dai primi controlli incrociati, effettuati attraverso i numeri dei telai, le 4 lussuose autovetture sono risultate rubate mentre per gli altri pezzi i crabinieri dovranno effettuare delle verifiche più approfondite per accertarne la provenienza.

Per i 5 polacchi è scattato il fermo per ricettazione e sono stati portati in carcere a Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Il tir, il relativo carico e i telai custoditi nel container sono stati sequestrati. È stata inoltre sequestrata una ricevuta di pagamento di 6.300 euro, emessa dall’autodemolizione, che sarebbe servita ai polacchi per eludere i controlli, ma si presume che il valore della merce possa superare i 30mila euro.