Vigili del fuoco di Ostia: sos mezzi da rottamare

0
32
 

Nuovo grido d’allarme dei vigili del fuoco del municipio X: «Ostia è senza un mezzo di soccorso a causa di un guasto e i mezzi in sostituzione sono peggiori del nostro».

A far scattare l’ennesima “emergenza automezzi” è stato, nella giornata di sabato, un susseguirsi continuo di eventi che hanno richiesto l’intervento dei pompieri al Lido e nell’entroterra. Il lavoro è stato effettuato con estrema difficoltà a causa delle condizioni “vetuste” delle macchine, ormai vecchie e che rischiano di rompersi da un momento all’altro. Come si è poi puntualmente verificato. Il mezzo che si è guastato, che ha più di trent’anni di servizio alle spalle, è stato infatti sostituito con uno ancora più vecchio.

Il rischio? «E’ che tra qualche giorno si rompa anche questo», spiegano i vigili del fuoco. Il problema denunciato dagli uomini della stazione di via Celli è purtroppo generale e riguarda tutti i presidi di Roma, della provincia e anche del territorio nazionale. A segnalare la carenza di personale, lo stato fatiscente delle caserme e i problemi degli “angeli delle città” sono stati un paio di settimane fa anche la Fp Cgil, Fns Cisl e Uil che, in una nota, hanno invitato «i parlamentari a effettuare visite presso le varie sedi per rendersi conto della situazione e poi rappresentare lo stato di disagio dei vigili del fuoco trovando risposte e soluzioni attraverso le modifiche della legge sul turn over e il regolare ripristino dei fondi per la gestione degli automezzi».

«La situazione non riguarda soltanto Ostia, ma tutta la Capitale», dichiara a Cinque un capoturno: «è un problema grosso. Noi proseguiamo a fare il nostro lavoro ma se ci vengono assegnati mezzi obsoleti, saranno poi i responsabili ad assumersene la responsabilità». Secondo il responsabile la stagione, per quanto riguarda gli incendi boschivi è piuttosto “calma”, anche se è il territorio di Ostia e del municipio X ad essere “particolare” con i suoi 300mila abitanti. Il loro raggio di azione si estende anche al vicino comune di Fiumicino, che conta circa 80mila residenti. «Insomma», spiega, «un territorio estremamente vasto dove vengono effettuati interventi di tutti i tipi».

Sabato notte, per esempio, nel volgere di un paio d’ore, sono intervenuti in via Danilo Stiepovich, a Ponente, per il rogo di tre auto e, sempre per vetture in fiamme, in piazza Ener Bettica. Lo scorso 12 luglio Marco Miccoli, Pd, e il senatore Sel Massimo Cervellini avevano svolto un sopralluogo presso l’officina dei vigili del fuoco in via del Calice, dove si effettua la manutenzione dei mezzi di tutto il comando di Roma e provincia. Il sopralluogo dei due esponenti politici aveva fatto seguito alla richiesta dei pompieri di Ostia che avevano chiesto l’interessamento diretto delle amministrazioni sulla situazione del parco mezzi in dotazione che, come segnalato nell’incontro avvenuto tre settimane fa presso la stazione di via Celli, al Lido, è a dir poco drammatica. «Chiediamo interventi immediati perché, se possibile, la situazione è peggiorata soprattutto in un momento cruciale della stagione di lavoro»: questo l’accorato grido d’appello.

Maria Grazie Stella