Codacons: chi non va in vacanza denunci degrado e sporcizia

0
31
 

Mentre 2 romani su 3 rimarranno in città durante queste vacanze estive, il Codacons lancia oggi una campagna contro il degrado della capitale.

«I cittadini romani, specie se residenti nelle periferie, sono costretti a fare tutti i giorni i conti con buche stradali, marciapiedi rotti, cassonetti della spazzatura stracolmi, rifiuti, sporcizia, automobili parcheggiate in modo selvaggio, aiuole e parchi abbandonati a se stessi, piste ciclabili impraticabili, e chi più ne ha più ne metta», spiega il presidente Carlo Rienzi.

«Problemi che si aggravano durante i periodi estivi, a causa dei servizi ridotti resi alla cittadinanza. Spesso i residenti vorrebbero denunciare lo stato di incuria di strade e quartieri, ma non sanno a chi rivolgersi: da oggi il Codacons mette a loro disposizione uno sportello dove segnalare le situazioni di degrado, di pericolo, di inciviltà o di incuria riscontrate questa estate in città».

Le segnalazioni (corredate da foto) si trasformeranno in denunce da parte del Codacons alle autorità competenti, affinché le criticità che indicate siano risolte dai soggetti competenti (Comune, Ama, vigili urbani, ecc.).

L’associazione invita dunque tutti i cittadini romani a denunciare attraverso il blog www.carlorienzi.it o inviando una mail all’indirizzo info@codacons.it il degrado di Roma, e chiede al sindaco Ignazio Marino un incontro urgente volto ad illustrare le più gravi criticità segnalate dagli utenti e suggerire i provvedimenti più urgenti richiesti dagli abitanti.