Forte Trionfale un’occasione persa per nuovi spazi pubblici

0
384

Il Laboratorio Carteinregola ci segnala la situazione che riguarda il Forte Trionfale per la sorte del quale proprio ieri si è svolto un sit in promosso dai locali comitati. 

Il forte appartiene al Ministero della Difesa che nell’agosto 2014 firma un protocollo con l’Agenzia del Demanio e con Roma Capitale (Sindaco Ignazio Marino) per cedere l’intero compendio al Comune. Il Campidoglio si impegna a cedere alla Agenzia del Demanio, per la copertura del    costo del trasferimento della sede militare, circa 8 milioni di euro derivanti dalla valorizzazione di circa 8200 mq. In pratica si prevedeva per i privati la costruzione di 4 palazzine di 2-3 piani mentre alcuni manufatti esistenti sarebbero stati oggetto di demolizione e ricostruzione  da destinare a residenziale e servizi. 

In cambio di questa valorizzazione nell’area del Forte dovevano sorgere  un parco pubblico, un auditorium di 480 posti, dei locali per artigiani e start up per giovani e la nuova sede del Municipio, con il trasferimento dei suoi uffici in una palazzina al centro del Forte. Un Municipio che attualmente costa al Comune 600.000 euro l’anno di affitto corrisposti alla ASL per gli uffici di Santa Maria della Pietà, cui si aggiungono 230.000 euro l’anno per gli uffici di via Battistini.

Viene avviato un processo partecipativo che diventa un punto di incontro di molti cittadini e comitati, ma con il cambio di amministrazione comunale e municipale tutto si ferma. A quanto pare, la nuova Giunta è contraria alla costruzione delle palazzine e al trasferimento degli uffici municipali e preferirebbe l’ipotesi di cedere ai privati proprio la palazzina “Missana” al centro del Forte. 

Se così fosse, la palazzina pubblica sarebbe ceduta a privati, e soprattutto lo spazio pubblico nel Forte sarebbe riorganizzato dovendo tenere conto del transito delle auto private dirette a quell’edificio residenziale. 

Nel frattempo il Protocollo è scaduto, con il conseguente rischio di perdere l’occasione di acquisire il Forte, che il Demanio potrebbe destinare ad altri scopi e perdere anche un finanziamento di 3 milioni di euro previsti dalla legge di stabilità 2017 per le periferie. 

Balthazar

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...