Il comune di Roma vuole abbattere la Tangenziale a stazione Tiburtina

1
101

Progetto pronto a gennaio, poi gara, affidamento e due anni di lavori. Entro «tre anni in tutto» verrà abbattuto il tratto della tangenziale di fronte alla stazione Tiburtina. Con un intervento che costerà «tra gli 11 e i 13 milioni di euro», spariranno 450 metri di sopraelevata, mentre su altri tratti «abbiamo idee innovative che stiamo vagliando».

Ad annunciarlo è l’assessore ai Lavori pubblici di Roma Capitale, Paolo Masini, che venerdì mattina ha partecipato alla seduta della commissione congiunta Turismo-Lavori pubblici che si è tenuta proprio alla stazione. Accanto a Masini, i presidenti delle due commissioni, Valentina Grippo e Dario Nanni, e anche i rappresentanti dei comitati cittadini per la Tiburtina e quelli di Grandi stazioni e Ferrovie dello Stato. Presenti anche i consiglieri Imma Battaglia (Sel), Gianluigi De Palo (Cittadini X Roma) e Marcello De Vito (M5S).

Masini ha spiegato che «il progetto sarà pronto i primi di gennaio, da lì partirà l’iter». Poi, ha specificato l’ingegnere Enrico Forcina del dipartimento Lavori pubblici, «se tutto va bene in due anni» si concluderanno i lavori. Ci vorranno «sei mesi per la gara e altri 6 per l”affidamento dell’appalto». Dunque, «nell’arco di tre anni in tutto- ha detto Masini- dovremmo vedere sparita questa cosa un po’ brutta davanti alla stazione Tiburtina. Tengo a ribadire che stiamo parlando del tratto davanti alla Tiburtina, perché sul resto abbiamo in mente cose importanti che riqualificheranno in modo intelligente e innovativo la città».

(DIRE)

1 COMMENTO

Comments are closed.