Palestrina, il quartiere Croce fra degrado e buche

0
109

Sarebbe una bella idea per una curiosa gita fuori porta per gli amanti del pericolo e del rally. Per i residenti del quartiere Croce di Palestrina non c’è però nulla di divertente a percorrere le strade del quartiere. Da sei anni, senza soluzioni di continuità, il quartiere ai piedi della città prenestina è ostaggio dei cantieri, del degrado e della cattiva manutenzione stradale. L’asfalto presente non è che la somma dei vari rattoppamenti (fatti pure male) di questi anni.

Risale al giugno 2007 la presentazione del primo progetto di riqualificazione del quartiere. Un lungo percorso burocratico e amministrativo finanziato dalla Regione Lazio con un emendamento di 750.000 euro e che aveva messo in cantiere la riqualificazione dell’intera area, con un piano di viabilità e servizi. Prevista la realizzazione di un marciapiede lungo via San Pietro, per un tratto complessivo di 700 metri. Altri interventi in tema di viabilità prevedevano la costruzione di una bretella stradale per il collegamento da via San Pietro a via Formalemura. E poi riordino degli impianti fognari e idrici e costruzione di una nuova piazza. A oggi solo il 30% di questi interventi è stato portato a termine.

Il quartiere è diventato terra di nessuno. Un tempo era la strada utilizzata dai pellegrini nell’antico tracciato della via Francigena. Ora persino le forze dell’ordine hanno paura a passare da lì.

 

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU PALESTRINA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”44″]