Metro B1, dopo il nubifragio pozzanghere a Conca D’Oro

L'infrastruttura, ancora in costruzione alla fermata Jonio, già perde colpi nei corridoi a venticinque metri di profondità

0
186

Piove nella Metro B1, al “capolinea provvisorio” di piazza Conca D’Oro. Nei locali posti a venti metri sottoterra, dopo il nubifragio di questa notte, piove e ci sono infiltrazioni d’acqua. Corridoi ristretti, pozzanghere nelle viscere della terra. Anche al livello dei binari, come testimonia il nostro servizio fotografico, a venticinque metri di profondità ci sono delle vistose perdite d’acqua.

Rivoli, piccoli fiumi che cadono da sotto i coppi che reggono il soffitto o che si infiltrano dal pavimento, attraversando lo spazio che dovrebbe essere riservato ai passeggeri. Non sono piccole perdite, e non si tratta di punti isolati, ma vaste metrature degli atri della metropolitana. Disservizi che non si addicono a un’opera pubblica nuova di zecca: la Metro B1 è una mega struttura in funzione da poco più di un anno: fu inaugurata dal sindaco Alemanno in fretta e furia tra le polemiche. Al momento i lavori per la realizzazione dell’ultima fermata, il capolinea di viale Jonio appena un chilometro più in là nel quartiere Valmelaina, non sono ancora conclusi: mancano il parcheggio esterno multipiano, la sistemazione a verde della collina di via del Gran Paradiso e le opere urbanistiche su via Scarpanto, ancora assediata dal cantiere e chiusa parzialmente al traffico. Fa meraviglia e suscita indignazione vedere come, con l’opera nuova ancora non inaugurata, una parte di quella in funzione già perda i pezzi.

In “compenso” la stazione Jonio e le opere da Conca D’Oro a Jonio sarebbero pronte, con biglietterie, scale mobili, tornelli, panchine e pensiline pronte all’uso. Una situazione, quest’altra, che stride con i ritardi complessivamente accumulati dall’opera, che nelle intenzioni del gruppo di imprese appaltatrici dovevano terminare alla fine del 2012, poi i rinvii hanno spostato il termine alla fine di quest’anno, ma ancora non si conoscono date e appuntamenti per l’inaugurazione, con bocche cucite sia dal Comune che dalle imprese. Ma si sa: il municipio non è responsabile, i ritardi ci sono sempre, e le responsabilità facendo così si perdono… in mille rivoli.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

È SUCCESSO OGGI...

Termovalorizzatori di Colleferro, allo studio una riconversione

"Sembrava quasi ci fosse un accordo per portare i rifiuti di Roma a Colleferro. Quelli sono due impianti che sono stati sottoposti a revamping, rispetto ai quali si sta facendo una valutazione per come riconvertirli,...

Campidoglio, ok ad assestamento di Bilancio: manovra da 132 milioni

L'Assemblea Capitolina con 28 voti a favore ha approvato l'assestamento di bilancio 2017-2019. Si tratta di una manovra da 132 milioni di euro redistribuiti tra parte corrente e in conto capitale, che stanzia maggiori risorse per...

«Paga o pubblico il video a luci rosse»: ragazza finisce in manette a Roma

I Carabinieri della Stazione Roma Prenestina hanno arrestato una cittadina etiope, di 28 anni, che aveva tentato di estorcere 30mila euro ad un uomo con il quale aveva avuto rapporti sessuali e durante i...

Città Metropolitana, la scarsa trasparenza sui superstipendi dei dirigenti di un ente che...

La Città metropolitana di Roma è l'ente che ha ereditato le competenze della Provincia con qualche delega in più attribuita dalla Regione Lazio. Ma per dare una parvenza di democrazia, visto che nelle Città metropolitane  non si vota...

Estorsione a un minimarket, un arresto a Fonte Nuova

I Carabinieri della Stazione di Mentana hanno arrestato, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, emesse dal GIP presso il Tribunale di Tivoli, un 20enne di Fonte Nuova, già noto alle forze...