Rocca di Papa, vandali e degrado ai Pratoni del Vivaro

0
114

Un impianto abbandonato da mesi preda dei vandali. Ha raggiunto la camera dei deputati la questione del degrado ai Pratoni del Vivaro di Rocca di Papa.

«Nonostante le numerose promesse, i Pratoni del Vivaro, patrimonio  ambientale e sportivo fiore all’occhiello degli impianti di equitazione, sono da mesi chiusi dice dichiara l’on. Lorenza Bonaccorsi del Partito democratico.  Accessibili solo a teppisti e vandali, mentre gli atleti non possono più allenarsi in quello che era considerato uno dei centri di eccellenza dell’equitazione a livello mondiale.

E’ paradossale che proprio la capitale, che è’ sede di tutte le federazioni sportive e dei principali impianti nazionali, nonché possibile candidata per le Olimpiadi del 2024, non riesca a mantenere in vita un centro di eccellenza versatile come i Pratoni del Vivaro che oltre all’equitazione può ospitare allenamenti di altre discipline come la mountain bike, la corsa campestre o il tiro con l’arco. Nei prossimi giorni – conclude Bonaccorsi – se non arriveranno delle risposte e delle soluzioni per il rilancio del centro, presenterò un’interrogazione per chiedere chiarimenti al Governo».

«La sua chiusura  – commenta il sindaco di Ariccia Emilio Cianfanelli – è dovuta ad una dissennata gestione, che ha prodotto pesanti passivi, della FISE – Federazione Italiana Sport Equestri, e che si protrae da vari mesi. Noi sindaci ci siamo incontrati con il Presidente del Coni Giovanni Malagò che ha chiaramente espresso sia le preoccupazioni economiche per i buchi di bilancio della Fise, sia la volontà del Coni e di Coni Servizi di trovare altre forme di gestione e altre collocazioni anche sul mercato privato».

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU ROCCA DI PAPA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”24″]