Tor Sapienza, la stazione ferroviaria tra vandali e degrado

0
87
Tor Sapienza, la stazione ferroviaria tra vandali e degrado

Cittadini in piazza con una fiaccolata per chiedere più sicurezza e decoro per il quartiere di Tor Sapienza. Viene scelto come luogo simbolo del sit in la tristemente nota stazione ferroviaria nei pressi della trafficatissima via di Tor Cervara a pochi passi dal campo rom di via Salviati. Un luogo che «mette i brividi», secondo le testimonianze di chi vive nella zona e da anni denuncia i problemi di estremo disagio.

Una stazione completamente al buio nelle ore serali, dove gli atti di vandalismo e i furti di rame sono stati in passato all’ordine del giorno. Anche le telecamere sono state oggetto di danneggiamento, ma il problema più evidente è rappresentato proprio dal furto di rame che determina tuttora l’assenza di luce in più punti del piazzale esterno che, come sostengono i cittadini, è di fatto impraticabile. Erbaccia ovunque, panchine inutilizzabili e vetri di bottiglia un po’ ovunque.

«Sono quasi venti anni che subiamo questa situazione e le istituzioni non hanno mai dato le risposte necessarie per far fronte al degrado. Negli ultimi tempi – sottolinea Roberto Torre del comitato di quartiere – gli insediamenti rom di via Salviati con i furti di rame ed i roghi altamente tossici hanno ulteriormente peggiorato la vivibilità del quartiere e la fruibilità della stazione di Tor Sapienza». Vengono proiettate le immagini di degrado raccolte negli anni mentre i cittadini tengono in mano le fiaccole accese ben in vista. Al sit in hanno preso parte anche le istituzioni locali rappresentate dal presidente del Municipio V Palmieri.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]